Bareggio: tenta il furto a casa di un’anziana, bloccata dal figlio e arrestata dalla Polizia locale

Il Giudice ha stabilito per la donna arrestata l'obbligo di dimora.

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Ieri mattina la Polizia Locale di Bareggio ha arrestato una donna di 36 anni con precedenti penali che si era introdotta nell’abitazione di una 82enne residente in via Pezzoni per cercare di compiere un furto. La malvivente, assieme a una complice, aveva atteso che la badante dell’anziana uscisse. Le due erano riuscite a carpire la fiducia della vittima fingendo di conoscerla e di volerla aiutare per sbrigare alcune faccende domestiche. Mentre una distraeva l’anziana, l’altra andava alla ricerca di preziosi.

Provvidenziale l’arrivo del figlio della 82enne, che abita al piano superiore nella stessa palazzina e proprio in quel momento era sceso per controllare che la mamma stesse bene. Insospettitosi per la presenza delle due donne e verificato che non era in programma la “visita” di nessuna donna di servizio, l’uomo grazie anche alla collaborazione di un altro cittadino è riuscito a bloccare una delle due ladre, mentre l’altra è fuggita a bordo di una FIAT 500. Nel frattempo sono state allertate le Forze dell’Ordine e sul posto è arrivata una pattuglia della Polizia Locale di Bareggio che ha arrestato la 36enne di etnia sinti, residente a Vermezzo con Zelo.

Stamattina si è svolto il processo per direttissima e il giudice l’ha condannata all’obbligo di dimora con divieto di uscire di casa dopo le 20. Ora, con l’aiuto delle telecamere, sono in corso le indagini per risalire anche alla complice.

“Complimenti alla Polizia Locale per il tempestivo intervento, che ha assicurato alla giustizia una ladra – dichiara il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Roberto Lonati -. Dispiace per l’accaduto, che testimonia come anche in pieno giorno possono succedere episodi di questo tipo. Da parte nostra, come Amministrazione comunale, stiamo facendo partire il progetto della sorveglianza del vicinato proprio per avere un controllo maggiore del nostro paese e ricevere segnalazioni in tempo reale su qualsiasi movimento o persona sospetta che si aggira sul territorio”.

“Mi unisco ai complimenti del vicesindaco – aggiunge il sindaco Linda Colombo -. Continueremo anche con le iniziative di sensibilizzazione e prevenzione delle truffe agli anziani, che purtroppo rimangono le vittime più colpite dai malviventi”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Altre Storie

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Altre Storie

Pubblicità

contenuti dei partner