Emanuele Torreggiani

Nota biografica

Giornalista, scrittore e docente. Una laurea in filosofia e una cultura sterminata. Figura poliedrica per molti cronisti del territorio, è stato un punto di riferimento, se non il maestro. Storico direttore del fu Città Oggi, ha firmato per diverse testate nazionali. Oggi è docente presso l’Acme Accademia di Belle Arti Europea dei Media di Milano, oltre ad essere consulente nell’ambito della comunicazione. Nutrita la sua produzione bibliografica. Da Liceo Addio, la Tradotta, Alle Spalle del tempo. Impossibile ricordarli qui tutti. Rientrano nella fortunata collana Radici nata dalla collaborazione con il libraio e amico Tino Malini de ‘La Memoria del Mondo’. Non potrebbe non scrivere, semplicemente, perchè scrivere lo fa vivere. Al pari delle sue inseparabili Gauloises.

Archivio articoli dell'autore:

Aldo Belletta, il socialismo d’antan e l’epoca (sepolta dallo zeitgeist) dei Circoli- di Emanuele Torreggiani

Sempre che salutasse, sempre accompagnando al sorriso il gesto del capo a deferenza, per chiunque, cifra stilistica di un'educazione antica e severa. Inappuntabile, si...

Una sera di 40 anni fa, Milano: ‘epifania’ di Jorge Luis Borges- di Emanuele Torreggiani

Prim'ancora di farsi voce fu sussurro. Tesseva di bocca in bocca dentro le aule immerse nel silenzio solido delle lezioni. Quel sussurro "Lui è...

Gli anni di Cristo: chi ridarà indietro la vita a Beniamino Zuncheddu?

L’uomo, Beniamino Zuncheddu, è rimasto anestetizzato sul tavolaccio della sua cella per trentatré anni con una condanna all’ergastolo per strage. All’epoca, 1991, il Beniamino,...

Gli spettri di Milano e i ghisa di Sala. Niente e nessuno- di Emanuele Torreggiani

Il bigio odierno richiama il pomeriggio di decenni andati avanti, ch’è qualità del passato dove il tempo si dispone a platea ed ora un...

Alla sua (impareggiabile) maniera, Emanuele Torreggiani ricorda Matteo Pinoli. Era un uomo.

A Matteo. L'onda d'urto della tua morte, la morte è sempre un fatto personale, mi sbatte ora contro la scogliera di un lustro andato....

La morte della piccola Indi. I diavoli sono qui. Di Emanuele Torreggiani

L’inferno è vuoto e tutti i diavoli sono qui, William Shakespeare - La tempesta, il più grande scrittore italiano di lingua anglosassone. Già, poiché...

Dal 1975 senza Pier Paolo Pasolini: da leggere e rileggere, per renderlo immortale. La ‘lettura’ di Emanuele Torreggiani

Sono quarantanove gli anni ch’è morto, assassinato, Pier Paolo Pasolini. Avevo diciassette anni e frequentavo la quarta liceo. Stavo percorrendo la via Volta, erano...

Sulla grandezza di Luciano Prada da Corbetta e di Caldarina e pan giald

Corbetta, anno del Signore 1983, mese di Febbraio. Quaderni del Ticino. Numero monografico intitolato Caldarina e pan giàld, scrive Luciano Prada, fotografie di Gianni Saracchi, disegni di Patrizia Comand, 180 pagine, Lire 5.000.

Esselunga, pesca, allegoria (e dolore).

La soggettiva inquadra un bimbo, un preadolescente quindi ancora la specie, che nel suo cercare tra i prodotti coglie una pesca. Il frutto dalla buccia tanto serica e vellutata quanto aspra al morso che allega i denti; sbucciata, la polpa luminosa e dolce, invita.

In omaggio a Georges Simenon, magistrale narratore del Novecento

In quell’oggi di trentaquattro anni fa, 4 settembre del 1989, muore a Losanna Georges Simenon. Trascrivo dal sito a lui intitolato alcune cifre. Tradotto in 58 lingue, oltre 700 milioni di libri venduti, 200 film e telefilm ridotti dai suoi scritti che ammontano a 450

Magenta, in morte di un grande uomo di bancone: Peppino Piscopo. Un anno dopo.

Quasi esattamente un anno fa, agosto 2022, moriva Peppino Piscopo, padre di Stefano e commerciante iconico della movida magentina in 'bianco e nero'. Riproponiamo lo splendido affresco che (ne) scrisse Emanuele Torreggiani

L’ultimo giorno di…. un Uomo.

Si alzò dal tavolo poggiando entrambe le mani aiutando a leva le gambe, rinunciò con un diniego del capo alle braccia che prontamente s’erano distese per bilanciarlo. Il cuore pompava così forte che lo stordiva.

Aldo Belletta, il socialismo d’antan e l’epoca (sepolta dallo zeitgeist) dei Circoli- di Emanuele Torreggiani

Sempre che salutasse, sempre accompagnando al sorriso il gesto del capo a deferenza, per chiunque, cifra stilistica di un'educazione antica e severa. Inappuntabile, si...

Una sera di 40 anni fa, Milano: ‘epifania’ di Jorge Luis Borges- di Emanuele Torreggiani

Prim'ancora di farsi voce fu sussurro. Tesseva di bocca in bocca dentro le aule immerse nel silenzio solido delle lezioni. Quel sussurro "Lui è...

Gli anni di Cristo: chi ridarà indietro la vita a Beniamino Zuncheddu?

L’uomo, Beniamino Zuncheddu, è rimasto anestetizzato sul tavolaccio della sua cella per trentatré anni con una condanna all’ergastolo per strage. All’epoca, 1991, il Beniamino,...

Gli spettri di Milano e i ghisa di Sala. Niente e nessuno- di Emanuele Torreggiani

Il bigio odierno richiama il pomeriggio di decenni andati avanti, ch’è qualità del passato dove il tempo si dispone a platea ed ora un...

Alla sua (impareggiabile) maniera, Emanuele Torreggiani ricorda Matteo Pinoli. Era un uomo.

A Matteo. L'onda d'urto della tua morte, la morte è sempre un fatto personale, mi sbatte ora contro la scogliera di un lustro andato....

La morte della piccola Indi. I diavoli sono qui. Di Emanuele Torreggiani

L’inferno è vuoto e tutti i diavoli sono qui, William Shakespeare - La tempesta, il più grande scrittore italiano di lingua anglosassone. Già, poiché...

Dal 1975 senza Pier Paolo Pasolini: da leggere e rileggere, per renderlo immortale. La ‘lettura’ di Emanuele Torreggiani

Sono quarantanove gli anni ch’è morto, assassinato, Pier Paolo Pasolini. Avevo diciassette anni e frequentavo la quarta liceo. Stavo percorrendo la via Volta, erano...

Sulla grandezza di Luciano Prada da Corbetta e di Caldarina e pan giald

Corbetta, anno del Signore 1983, mese di Febbraio. Quaderni del Ticino. Numero monografico intitolato Caldarina e pan giàld, scrive Luciano Prada, fotografie di Gianni Saracchi, disegni di Patrizia Comand, 180 pagine, Lire 5.000.

Esselunga, pesca, allegoria (e dolore).

La soggettiva inquadra un bimbo, un preadolescente quindi ancora la specie, che nel suo cercare tra i prodotti coglie una pesca. Il frutto dalla buccia tanto serica e vellutata quanto aspra al morso che allega i denti; sbucciata, la polpa luminosa e dolce, invita.

In omaggio a Georges Simenon, magistrale narratore del Novecento

In quell’oggi di trentaquattro anni fa, 4 settembre del 1989, muore a Losanna Georges Simenon. Trascrivo dal sito a lui intitolato alcune cifre. Tradotto in 58 lingue, oltre 700 milioni di libri venduti, 200 film e telefilm ridotti dai suoi scritti che ammontano a 450

Magenta, in morte di un grande uomo di bancone: Peppino Piscopo. Un anno dopo.

Quasi esattamente un anno fa, agosto 2022, moriva Peppino Piscopo, padre di Stefano e commerciante iconico della movida magentina in 'bianco e nero'. Riproponiamo lo splendido affresco che (ne) scrisse Emanuele Torreggiani

L’ultimo giorno di…. un Uomo.

Si alzò dal tavolo poggiando entrambe le mani aiutando a leva le gambe, rinunciò con un diniego del capo alle braccia che prontamente s’erano distese per bilanciarlo. Il cuore pompava così forte che lo stordiva.