― pubblicità ―

Dall'archivio:

Ancora ladri di fiori al cimitero, lo sfogo di Giuliana Labria: una barbarie senza fine

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Attenzione: questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie.

Potrebbe contenere informazioni obsolete o visioni da contestualizzare rispetto alla data di pubblicazione.

“Ne avevo sentito parlare, ma non credevo che potesse succedere veramente. Invece stamattina, andando al Cimitero, mi sono accorta che hanno rubato i fiori che avevamo portato sul loculo di mio papa’. Non tutti, solo un po’, forse nel maldestro tentativo di non farcene accorgere ( col risultato di sconvolgere la composizione o quel che ne restava). Mi e’ salita una rabbia che non so nemmeno descrivere, non per il valore economico dei fiori, di cui poco m’ importa, ma perché’ l’ho vissuta come una violazione e un’onta alla memoria di mio padre. Per cui ( mi perdonino Dio e i Santi che oggi celebriamo) auguro a quel lurido bastardo chiunque esso sia un fuoco di Sant’Antonio al culo della durata di un anno”.

 

MAGENTA – Pubblichiamo volentieri lo sfogo di Giuliana Labria (nella foto qui di lato), ex Sindaco di Magenta e oggi funzionario comunale a Comune a Santo Stefano Ticino. Il suo racconto, proprio nel giorni  dedicati ai nostri Defunti, è la dimostrazione di come questa barbarie, che porta a ‘rubacchiare’ i fiori da una tomba per metterla su quella di un altro (sempre che sia così..) sia davvero senza fine.  Giuliana, donna tenace e senza troppi  fronzoli, non le manda certo a dire. E fa bene, perchè i nostri morti non si toccano.

Di episodi del genere in questi anni di cronaca purtroppo ne abbiamo registrati a bizzeffe. Ma il malcostume è sempre lì imperante e dilagante, segnale di un declino civico prima di tutto.

Qualcuno invocherà la presenza della Polizia Locale al Campo Santo o qualcosa di simile. Ma qui è una questione di educazione e di buon gusto.  Sfortunatamente è un discorso molto più complesso che non si risolve certo con la presenza di un vigile. Ammesso che questo sia possibile.

F.V.

Questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie e potrebbe risultare obsoleto.

■ Prima Pagina di Oggi