“Lavori di una volta”: i vincitori del concorso per le scuole che ha coinvolto centinaia di studenti dai 3 ai 12 anni

La premiazione alla chiusura della Fiera di San Majolo, “la grande occasione di promuovere il territorio” per il sindaco Fortunata Barni, festeggiando anche i 50 anni del Parco del Ticino.

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

La Scuola Primaria “L. da Vinci” si è classificata al primo posto del Concorso “Lavori di una volta”, organizzato dal Comune di Robecco sul Naviglio. Tutte le classi hanno fornito il materiale. La realizzazione pratica e il montaggio è stato eseguito dalle insegnanti Teresa Norvili, Valeria Intranuovo e dall’educatrice Elena Fidanzi.

Seconda la scuola dell’infanzia “Umberto I”, terza la scuola Primaria “G. Verdi” e al quarto posto le classi prime della secondaria di primo grado “Don Milani”. Questa la classifica delle scuole di Robecco che hanno partecipato al concorso indetto e che ha visto la premiazione con l’assessore Alessandra Maltagliati proprio alla chiusura della 112^ edizione della Fiera di San Majolo e che per il maltempo, la premiazione si è svolta giovedì 2 maggio presso la Tensostruttura Cav. Angelo Mantegazzini.

Gli alunni della Don Milani, inoltre, hanno fatto emozionare con la rappresentazione teatrale di “I Care – Don Lorenzo Milani”, uno spettacolo originale e unico sulla figura del sacerdote che ha dato il nome alla nostra scuola secondaria di primo grado.
“Grazie al Dirigente Scolastico dell’IC Carlo Fontana dott. Davide Basano per essere stato insieme a noi e per essere presenza costante per insegnanti e ragazzi”, ha detto il sindaco Fortunata Barni.
Il concorso aveva l’obiettivo di favorire il dialogo tra le generazioni, portando bambini e ragazzi a riscoprire i lavori di una volta attraverso i ricordi di genitori, nonni, familiari e conoscenti. Così, per l’occasione, almeno nei ricordi, nelle fotografie, nei racconti e nei disegni, hanno ripreso vita mondine, arrotini, lattai, spazzacamini, ombrellai, …

Il tema di quest’anno intendeva proseguire il filone del dialogo tra generazioni avviato lo scorso anno con il concorso “Giochi antichi”, era rivolto alle classi della scuola dell’infanzia, delle scuole primarie e della secondaria di primo grado di Robecco sul Naviglio.
I criteri presi in esame per valutare gli elaborati sono stati l’originalità, la coerenza del messaggio con l’iniziativa promossa, l’accuratezza e qualità della rappresentazione artistica, l’impatto scenografico.
Nel corso della serata, cui ha partecipato serata l’Assessore Regionale al Territorio e Sistemi Verdi, Gianluca Comazzi sono state anche consegnate le borse di studio agli studenti meritevoli.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner