Regione Lombardia: dentiere gratis per malati oncologici e operati al cavo orale

L'annuncio di Guido Bertolaso

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“Nella seduta della Giunta regionale, presenterò una delibera che garantisce dentiere gratis per chi ha avuto un tumore e a tutti coloro che hanno subito interventi che gli hanno compromesso il cavo orale”. Lo ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Guido Bertolaso, durate l’evento ‘Salute Direzione Nord’, questa mattina al Belvedere ‘Silvio Berlusconi’ di Palazzo Lombardia, anticipando i contenuti di una delibera all’ordine del giorno della seduta della Giunta regionale, in programma nel pomeriggio, ricordando come “proprio Silvio Berlusconi ‘avesse il pallino’ di far sorridere gli anziani”.

La delibera prevede un periodo sperimentale in cui saranno erogati, a carico del Servizio Sanitario Regionale, i dispositivi odontoiatrici implantari e protesici a due categorie di pazienti residenti in Regione Lombardia. Quelli oncologici sottoposti a demolizioni funzionali per patologie oncologiche del cavo orale e quelli vittima di trauma del massiccio facciale e sottoposti a intervento maxillo-facciali di ricostruzione ossea mascellare e mandibolare a carico del Servizio Sanitario Nazionale. L’impatto economico del provvedimento è stimato in circa 750.000 euro.

L’accertamento del criterio che determina l’erogabilità dei dispositivi implantari e protesici con il SSR è a carico del medico specialista operante in una struttura pubblica dove si deve svolgere il trattamento odontoiatrico e riabilitativo, che li prescrive a seguito della valutazione della sussistenza delle citate condizioni che devono essere riportate chiaramente nei documenti sanitari.

Il periodo sperimentale avrà inizio il 1° luglio, avrà durata di 6 mesi e potrà essere prorogato previo stanziamento di nuovi fondi. Stando a quanto riferito, la delibera che sarà presentata in Giunta da Bertolaso prevede quindi un periodo di prova sperimentale durante il quale i dispositivi saranno erogati alle due categorie di pazienti indicati: i malati oncologici e coloro che, a causa di ripetuti interventi, hanno riportato danni al cavo orale. Le spese saranno a carico del Servizio Sanitario Regionale. Si andrà avanti volta per volta, e la Regione valuterà poi se proseguire e come.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner