Mille Panda.. al raduno di Pandino

Tanti gli appassionati della mitica utilitaria

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Nonostante la pioggia battente, erano oltre mille gli esemplari presenti all’edizione 2024 di Panda a Pandino, il raduno interamente alla Fiat Panda tra modelli molto rari, serie speciali e versioni dotate di impianti stereo esagerati e degli accessori più impensabili.

Gli appassionati dell’utilitaria torinese, grazie al tam tam sui social, si sono ritrovati nell’arena del Castello Visconteo di Pandino e per le vie del centro giungendo da tutta Europa e, per la prima volta, per una “tre giorni”: dalle prime Panda raffreddate ad aria a quelle più recenti, dalle versioni tradizionale alle 4×4 più estreme, dalle Panda perfettamente conservate alle più maltrattate, dalle più originali alle più modificate, nessuna è mancata all’appello.

I primi 150 equipaggi sono giunti già venerdì nel primo pomeriggio, poi sabato è stata la volta di circa 550 vetture che si sono ritrovate presso il parcheggio del Mc Donald’s di Bagnolo Cremasco con l’obiettivo di stabilire un record molto particolare: far battere 300 scontrini al McDrive in un’ora con clienti esclusivamente a bordo di Fiat Panda; impresa riuscita grazie alla collaborazione di tutti. Domenica è stato, infine, il giorno dedicato al tradizionale raduno statico.

Tanti gli ospiti che hanno preso parte all’evento: tra questi il giornalista Amedeo Goria, il comico Dado che ha dedicato ai pandisti una gag basata su un gioco di parole molto divertente, il cantante Davide De Marinis, un saluto di Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi e i Ricchi e Poveri che hanno acceso la piazza con la promessa di una futura partecipazione al raduno.
Presenti anche le Panda “in divisa”, tra cui una dei carabinieri, una della polizia, ancora in uso. Una 4×4 del 2002 dei vigili del fuoco è stata gentilmente concessa dal comando provinciale di Verbania, e nello specifico dal distaccamento volontario di Varzo, o museo storico dei vigili del fuoco, il cui trasporto è stato concesso ed effettuato dal comando provinciale di Novara).

Oltre 20 i premi assegnati in diverse categorie, dalla “Panda meglio consevata” alla “Panda più tamarra”, dalla “Panda più ammaccata” alla “Panda 4×4 più elaborata” fino al premio “Panda Antonio Narducci”, istituito per ricordare il giovane pandista della provincia di Foggia rappresentato dal fratello Donato, giunto all’evento con Panda di Antonio, grazie all’impegno della famiglia Pesola-Varva di Buccinasco, meglio nota come “Famiglia Social”.

La manifestazione, il cui ricavato, al netto delle spese sostenute per la sua organizzazione, verrà devoluto in beneficienza a favore dell’Associazione Soli Mai che opera nel territorio, tornerà nel 2025, accolta come sempre dall’ospitalità e dal calore dei pandinesi che hanno saputo regalare alla città un clima di assoluta festa per tutta la durata dell’evento.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner