Milano, morta per tiramisù: inchiesta chiusa

Esente da colpe il titolare del ristorante

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

La Procura di Milano ha chiuso l’inchiesta sulla morte di Anna Bellisario, la ventenne deceduta in ospedale il 5 febbraio 2023 per shock anafillatico per aver mangiato 10 giorni prima in un ristorante un tiramisu’ vegano realizzato in modo errato con il mascarpone. L’avviso, firmato dal pm Luca Gaglio e dalla procuratrice aggiunta Tiziana Siciliano, e’ stato notificato al titolare del laboratorio Glg Giuseppe L. e alla madre socia Giovanna A, indagati dalla Procura di Milano con l’accusa di cooperazione in omicidio colposo della ragazza.

Lo scorso 15 gennaio era gia’ stato notificato agli indagati il divieto per un anno di esercitare attivita’ imprenditoriale. Per altri indagati nella fase iniziale dell’inchiesta i pm hanno deciso di chiedere l’archiviazione. Si tratta dei titolari delle altre aziende produttrici degli alimenti consumati dalla ragazza durante la cena. Escluse anche responsabilita’ per il proprietario del ristorante.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner