Marcite a Ozzero: un grande successo per l’evento organizzato dal Parco Ticino assieme a tanti e importanti partner

Un pomeriggio, assieme a moltissimi agricoltori, studenti ed appassionati, dedicato ad un patrimonio tipicamente lombardo

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Una bellissima giornata di sole ha fatto fa cornice, sabato 16 marzo, al primo appuntamento di “Gastronomia e paesaggi nel Parco del Ticino – Giornate in cascina alla scoperta di itinerari e prodotti a Marchio Parco Ticino”.

L’esordio di ieri, assieme a moltissimi agricoltori, studenti ed appassionati, è stato dedicato alle marcite: un patrimonio storico identitario del territorio e paesaggio lombardo. Ancora oggi le marcite hanno grandi potenzialità ambientali, produttive, culturali e educative. I campari, custodi delle acque, ne salvaguardano e tutelano le tecniche e la tradizione.

Alle 14.00 Il primo taglio di erba di marcita con dimostrazione in campo Marcita del Mulino del Maglio, a Ozzero, con Marco Sala (Cascina Selva), Paola Branduini e Andrea L’Erario (Politecnico di Milano).

Apprezzatissimo anche il Laboratorio per bambini: “Sul filo dell’acqua” con Claudia Tramarin, Sandra Bersanetti (Guide naturalistiche) e Marco Cuneo (Camparo custode delle acque).
A seguire, dalle 16, Alimentare il bestiame con erba verde, dimostrazione in stalla all’ Agriturismo Cascina Selva con Marco Sala. Alle 17.00 Il formaggio di marcita, degustazione con approfondimentosulla filiera dalla marcita alla tavola e sulle proprietà nutrizionali, con Luca Sala (Cascina Selva) e Michele Bove (Parco del Ticino).

Hanno partecipato all’evento Cristina Chiappa- Presidente del Parco del Ticino e il consigliere Silvia Bernini, oltre al sindaco di Ozzero Guglielmo Villani.
Hanno inoltre aderito FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano, Slow Food Italia e Progetto “Salviamo i prati stabili”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner