Agenzia Italpress

Mancini coordinatore delle Nazionali dalla A all’Under 20

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Pubblicità

Salva

Ultim’ora su ticinonotizie.it

ROMA (ITALPRESS) – Un nuovo assetto delle Nazionali maschili, su proposta del ct Mancini, dalla A all’Under 15, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio calcistico italiano, mettere le professionalità presenti nel Club Italia in condizione di contribuire al raggiungimento di ambiziosi obiettivi per tutte le selezioni e agevolare la maturazione dei giovani talenti e favorirne l’approdo continuo e costante in Nazionale. Il Consiglio federale della Figc volta pagina e annuncia una serie di novità nel progetto tecnico del Club Italia, a partire dal ruolo di Mancini che si occuperà direttamente della selezione e dell’attività tecnica delle Nazionali A, Under 21 e 20. L’integrazione funzionale di queste squadre, porterà di fatto ad applicare in campo gli stessi stili e sistemi di gioco, favorendo e velocizzando l’apprendimento tecnico. In tal senso, “sono stati definiti i rispettivi staff secondo scelte che consentano di lavorare, dentro e fuori dal campo, in piena sintonia, integrando le diverse competenze ed esperienze, maturate nell’ambito dei club o nelle Giovanili Azzurre”, fa sapere la Figc. Alberto Bollini, campione d’Europa con l’Italia Under 19, sarà così il vice allenatore della Nazionale maggiore al fianco di Roberto Mancini nel cui staff entrano anche il campione del mondo 2006, Andrea Barzagli, che si occuperà in particolare della fase difensiva, e Antonio Gagliardi con il ruolo di specialista tattico. Confermati, poi, Massimo Battara (preparatore dei portieri), Simone Contran (Match Analyst), Claudio Donatelli e Andrea Scanavino (preparatori atletici). Carmine Nunziata invece, reduce dal secondo posto nel Mondiale Under 20, sarà l’allenatore della Nazionale Under 21 al posto di Paolo Nicolato. Il posto di Nunziata all’Under 20 sarà a sua volta preso da Attilio Lombardo, con Francesco Antonioli come preparatore dei portieri e Marco Scarpa vice, mentre alla guida dell’Under 19 ci sarà Bernardo Corradi.
L’alter ego di Mancini in quella che si può configurare come una sorta di direzione tecnica coordinata sulla valorizzazione dei talenti di casa nostra sarà invece Maurizio Viscidi, al quale viene chiesto di impegnarsi su due fronti: da un lato guidare la formazione tecnica della base azzurra, le squadre dall’Under 15 all’Under 19, proseguendo l’ottimo lavoro svolto ormai dal 2010 con tante generazioni di azzurrini; e dall’altro contribuire all’integrazione delle squadre giovanili di vertice, la Under 21 e la Under 20, con la Nazionale A: sarà lui l’anello di congiunzione tra i due percorsi, sulla base della specifica competenza e della straordinaria esperienza maturata nella valorizzazione dei giovani talenti in questo ultimo decennio.
“Diamo vita ad una nuova fase del Club Italia, si tratta di un’evoluzione e non di una rivoluzione perchè ripartiamo con idee nuove, ma anche da alcuni punti fermi del nostro progetto tecnico – sottolinea il presidente della Figc, Gabriele Gravina – Il Club Italia è una realtà di successo, lo dicono i numeri dal 2018 ad oggi, ma per rimanere al vertice e addirittura migliorare è necessario cambiare, per esplorare nuovi percorsi e saper cogliere i continui aggiornamenti del calcio internazionale – ha aggiunto – Lo abbiamo fatto con un progetto coerente, che ribadisce l’opportunità, prima ancora che la necessità, di lavorare come una filiera, il cui unico fine è far maturare il talento”.
– foto Image –
(ITALPRESS).

■ Ultim'ora

contenuti dei partner

Ultim'ora nazionali

Pubblicità