Magenta, teatro Lirico: lavori (ancora) in corso, saltano le stagioni teatrali e musicali

Oltre alla manutenzione straordinaria, in parte già effettuata, è emersa la necessità di migliorare la sicurezza della struttura.

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Il Sindaco Del Gobbo: “L’obiettivo è riaprire in tutta sicurezza con un evento per celebrare i 120 anni del Teatro; le tempistiche non dipendono da noi ma dall’esito dell’iter avviato con il Comando dei Vigili del Fuoco. Per questo motivo, a malincuore e in accordo con Totem e Teatro dei Navigli, non è possibile prevedere le stagioni musicale e teatrale 2024 così come programmate. L’impegno è però quello, anche insieme ai nostri partner, di riprogrammare ove possibile parte di questi eventi e di proporne di nuovi in altre location e con nuove formule per continuare a offrire iniziative culturali di alto livello”.

Dopo la sospensione delle attività annunciata a fine settembre, il Settore Tecnico del Comune e i professionisti incaricati hanno avviato manutenzioni straordinarie del Teatro Lirico per far fronte ad alcune criticità, in particolare sul tetto, emerse soprattutto dopo i nubifragi della scorsa estate. Contestualmente, come annunciato e considerato anche che nel 2024 ricorrono i 120 anni dalla fondazione del Teatro, è stata avviata una serie di sopralluoghi e controlli in modo complessivo sulla struttura e in particolare sul tema della sicurezza, anche a tutela degli spettatori che ogni anno assistono alla programmazione offerta dal Comune e di tutti coloro, scuole e associazioni, che richiedono e utilizzano il teatro comunale.

Durante queste verifiche è emersa la necessità di procedere con lavori di miglioramento della sicurezza della struttura in linea con le più recenti normative. In particolare occorre realizzare un nuovo impianto di rilevazione fumi, impianto che è in fase di aggiudicazione, e un parallelo nuovo impianto di estrazione fumi, la cui progettazione e appalto sono in corso di definizione. Anche alla luce di tali interventi, i consulenti esperti in materia, appositamente incaricati dal Comune, hanno formalmente inoltrato al Comando dei Vigili del Fuoco la documentazione necessaria per il rilascio dei permessi relativi all’adeguamento in corso. Il Comune è in attesa dell’esito dell’iter avviato.

Per quanto riguarda gli interventi di manutenzione del Teatro Lirico, è già stata invece completata la riparazione del tetto, attraverso una riqualificazione del manto di copertura che in più punti aveva dato segni di infiltrazione, danneggiando intonaci e mettendo a rischio la volta affrescata. È inoltre in corso il rifacimento della tinteggiatura dei camerini e dei bagni. Si prevede inoltre, appena le temperature lo consentiranno, anche una pitturazione della parte esterna prospiciente Via Cavallari, particolarmente ammalorata, probabilmente in conseguenza dei nubifragi estivi.

“Alla luce di questo quadro complessivo l’obiettivo è riaprire in tutta sicurezza con un evento per celebrare i 120 anni del Teatro; le tempistiche non dipendono da noi ma dall’esito dell’iter avviato con il Comando dei Vigili del Fuoco. Per questo motivo, a malincuore e in accordo con Totem e Teatro dei Navigli, non è possibile prevedere le stagioni musicale e teatrale 2024 come programmate così come nessun’altra iniziativa. Il nostro impegno è però quello, anche insieme ai nostri partner che ringrazio per la professionalità e la disponibilità, di riprogrammare ove possibile parte di questi eventi e di proporne di nuovi in altre location e con nuove formule per continuare a offrire iniziative culturali di alto livello cui Magenta ha abituato”. Questo il commento del Sindaco Luca Del Gobbo che tiene a ringraziare anche il Cinemateatronuovo con il quale è stata avviata già negli scorsi mesi una collaborazione per accogliere alcuni eventi.

“Ogni intervento, programmato o già effettuato, rientra – aggiunge il Vicesindaco Enzo Tenti – nella programmazione di miglioramento della manutenzione del Teatro a servizio della collettività e comporta una tempistica non dipendente dalla volontà della Amministrazione. Il disagio di non avere questa struttura a disposizione nostra o di terzi c’è così come c’è per i tanti spettatori che ogni anno attendono le stagioni musicale e teatrale, ma la priorità è garantire la sicurezza di tutti”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner