Magenta: Forza Nuova, ancora un presidio davanti alla villetta occupata lunedì 11 marzo

Il movimento di estrema destra torna a chiedere la presenza delle autorità cittadine.

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Riceviamo e pubblichiamo da Forza Nuova questo comunicato nel quale annunciano un loro presidio in via Del Carso a Magenta nella mattinata di lunedì 11 marzo dalle 10.30 di fronte ad una villetta occupata abusivamente:

Restiamo sgomenti dinanzi al totale disinteresse mostrato dalla giunta comunale e dalle Autorità competenti dinanzi al disagio e timore che gli abitanti di via del Carso a Magenta vivono a causa di una famiglia che ha occupato abusivamente una proprietà privata in assenza della proprietaria.
Nonostante i nostri presidi solidali con la proprietaria e atti a sensibilizzare il sindaco Del Gobbo, l’assessore Tenti, i servizi sociali e le autorità giudiziarie ad un intervento per porre fine a questa situazione di illegalità, leggiamo ancora che i cittadini si sentono abbandonati da chi dovrebbe in primo luogo rappresentarli e soprattutto dar seguito alla loro voce.

L’alta rappresentanza magentina, invece di intervenire per una veloce risoluzione dell’iter burocratico, continua col suo silenzio a permettere il perpetrarsi di un atto illegale da parte della famiglia occupante. Un silenzio assordante alla luce dei numerosi esposti e segnalazioni dei residenti – a causa di rumori molesti o atteggiamenti impropri – che non garantiscono il quieto vivere nella propria residenza, a cui si aggiunge il timore di lasciarla per non trovarsela occupata.
Forza Nuova lunedì 11 marzo in mattinata terrà un altro presidio a cui si invitano i cittadini magentini a partecipare. Quei cittadini che rivogliono il diritto a vivere il proprio territorio con serenità, liberi di poter allontanarsi dalla propria abitazione senza timore di non poter rientrare e soprattutto con la garanzia di non ricevere azioni ritorsive in caso di denuncia di una illegalità in corso.
Invitiamo soprattutto il sindaco o chi per lui a presenziare e a colloquiare con i residenti e a spiegare loro i motivi per i quali c’è stata una superficiale opera che diventa, in taluni casi, assenso all’illegalità.
Riteniamo che i magentini abbiano il diritto di conoscere gli sviluppi burocratici e le azioni che si vogliono intraprendere non solo nella situazione presente ma soprattutto nella difesa dei diritti di proprietà e sicurezza, che non devono avere colori ma soltanto risposte certe e puntuali.

Ezio Codegoni
Coordinatore Forza Nuova Lombardia
Maria Federico
Coordinatore Forza Nuova Milano

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner