Lombardia: Coldiretti, dopo le proteste degli agricoltori arriva la prima vittoria sui prezzi del latte

Sulla vertenza Lactalis le dichiarazioni di Ettore Pradini: "Si tratta solo della prima vittoria di una battaglia che sara' lunga e difficile a tutela del reddito delle nostre imprese".

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

L’Ispettorato centrale della tutela della qualita’ e della repressione delle frodi dei prodotti agroalimentari (Icqrf) ha riscontrato delle violazioni della norma sulle pratiche sleali nei rapporti tra imprese nella filiera agroalimentare relativamente ai contratti sul latte stipulati con gli allevatori italiani dalla multinazionale francese Lactalis, i cui rappresentanti saranno presto ascoltati al Ministero.

La vertenza e’ stata aperta dalla Coldiretti a settembre con la denuncia della multinazionale francese Lactalis (che ha acquisito i marchi italiani Parmalat, Locatelli, Invernizzi, Galbani, Cadermartori e Nuova Castelli) per aver modificato unilateralmente il contratto con gli allevatori fornitori di latte, diminuendo i prezzi riconosciuti e introducendo anche un nuovo indice collegato tra l’altro alle quotazioni del latte europeo non concordato e fortemente penalizzante per i produttori italiani, gia’ fortemente penalizzati dal caro costi. “Si tratta solo della prima vittoria di una battaglia che sara’ lunga e difficile a tutela del reddito delle nostre imprese”.

E chiediamo che Lactalis paghi anche la differenza agli allevatori danneggiati” ha annunciato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel ricordare che si tratta dell’applicazione del decreto legislativo n.198 dell’8 novembre 2021 fortemente voluto dalla Coldiretti contro le pratiche sleali nella filiera.

Una norma che – precisa Prandini – prevede che i prezzi pagati ad agricoltori ed allevatori non scendano mai sotto i costi di produzione ma che la Coldiretti e’ stata la prima ed unica a voler applicare. Abbiamo iniziato con il latte, ma siamo pronti ad agire su tutte le filiere per impedire altre pratiche sleali contro gli agricoltori”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner