Agenzia Italpress

Jeep Avenger è ora anche ibrida, risparmio e sosteniblità

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Pubblicità

Salva

La rubrica Motori a cura di ItalPress su ticinonotizie.it

TORINO (ITALPRESS) – Si amplia la gamma della Jeep Avenger con una versione ibrida che affianca quelle full electric e benzina, tutte a trazione anteriore, in attesa della quattro ruote motrici in arrivo a fine anno, sempre con la motorizzazione e-Hybrid. La nuova Avenger, che non presenta novità nel design esterno, è equipaggiata con un sistema che eroga 156 cavalli, composto da un motore benzina turbo da 1.2 litri e 100 cavalli di potenza, abbinato a un motorino elettrico da 21 kW che è integrato in un cambio automatico a doppia frizione a 6 rapporti. A tutto questo si aggiunge un generatore di avviamento azionato a cinghia a 48 Volt, per una transizione fluida alla trazione elettrica. La batteria agli ioni di litio da 0,9 kWh è alloggiata sotto il sedile del guidatore, aumentando le già ottime capacità di tenuta della piccola Jeep, che ora pesa 1.280 chilogrammi.
Guardando ai consumi, nel complesso, il sistema ibrido a 48 Volt assicura una riduzione dei consumi del 13% rispetto al motore termico, e se consideriamo solo la guida in città, la riduzione può raggiungere il 28% nel ciclo WLTP urbano. Le emissioni sono perciò pari a 111 g/km di CO2, con un consumo netto di carburante pari a 20,4 km/litro nel ciclo WLTP. L’integrazione tra motore elettrico e termico, comprende anche la possibilità di gestire l’asse anteriore in modo indipendente sia in una modalità che nell’altra. A livello pratico, è quindi possibile eseguire tutte le manovre a bassa velocità in modalità silenziosa e completamente in elettrico per oltre il 50% del viaggio nella guida in città. Risparmiare carburante, e ridurre le emissioni, con la nuova e-Hybrid è molto semplice sin dal primo viaggio. Le grafiche del display dietro il volante, consentono in maniera molto intuitiva di gestire gli stili di guida, e giocando tra frenata rigenerativa e modalità Eco con accelerazioni progressive, può capitare di ritrovarsi con un’autonomia superiore a quella che si aveva alla partenza.
Se poi serve, o semplicemente si ha voglia di “spingere” un pò, basta inserire la funzione E-Boost, ed allora la coppia di 55 Nm del motore elettrico si aggiunge alla coppia già disponibile del motore termico offrendo uno spunto ottimo.
La Avenger e-Hybrid è però anche una Jeep, e quindi una vera fuoristrada. Grazie ad un’altezza da terra di oltre 200 mm, un angolo di attacco di 20°, un angolo di dosso di 20° e un angolo di uscita di 34°, può superare quasi ogni ostacolo. Specie se si integrano nella guida le tre modalità di guida studiate specificamente per che abbandona l’asfalto: Sand-Mud-Snow. In più c’è l’Hill Descent Control, che riduce il rischio di sbandamento e di perdita del controllo dell’auto su pendii ripidi e difficili. Tre gli allestimenti: Longitude, Altitude e Summit, con prezzi da 26.000 e 31.000 euro chiavi in mano, esattamente 1.700 euro per ogni allestimento rispetto alle versioni benzina. Su tutte è presente l’interfaccia digitale con display da 7″ insieme a fari a LED, selec-terrain, palette al volante e funzioni di sicurezza. A questi si aggiungono i pacchetti di optional, tra cui l’impianto audio premium JBL, sedili in pelle con regolazione elettrica e funzione di massaggio, oltre all’opzione di guida assistita di livello 2.

foto: ufficio stampa Stellantis

(ITALPRESS).

■ Ultim'ora

contenuti dei partner

Ultim'ora nazionali

Pubblicità