Giorgetti a Garlasco: agricoltura resta primaria

Convegno di Confagricoltura

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“L’agricoltura resta un ‘driver’ dell’economia italiana. Come avviene anche per altri settori produttivi, si dovrà valutare con attenzione la crescita dimensionale delle imprese agricole per rispondere adeguatamente alle nuove sfide tecnologiche”. Lo ha affermato il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti intervenendo in collegamento venerdì all’assemblea di Confagricoltura Pavia svoltasi a Garlasco (Pavia).

“Ci sono state difficoltà a trovare spazio a livello europeo per la nostra agricoltura – ha aggiunto – ma oggi la situazione è migliorata grazie al lavoro svolto dal ministro Lollobrigida. Il Pnrr dedica una parte importante alla filiera agro-alimentare. E non dimentichiamo che l’agricoltura rimane il primo presidio del territorio, con un fondamentale valore sociale al di là degli aspetti economici”. Massimiliano Giansanti, presidente nazionale di Confagricoltura, è intervenuto in diretta da Bruxelles: “Dall’Europa – ha spiegato – arrivano finalmente buone notizie: molte delle nostre proposte sono state recepite. Stiamo vivendo una stagione straordinaria e difficile: mai come oggi si deve tornare a un modello agricolo che riesca a coniugare la produzione con la sostenibilità ambientale. Oggi investire sull’agricoltura significa investire sull’Italia”. Gian Marco Centinaio, vicepresidente del Senato ed ex ministro dell’Agricoltura, ha affermato che “resta moltissima strada da fare. Il ministro ha annunciato che presto ci sarà un decreto sull’agricoltura: una buona notizia, specie se porterà nuove risorse. Però la politica deve tornare ad ascoltare il mondo agricolo”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner