Gaza e i Simpson, murales a Milano. L’ira di Decorambo

Opera dell'artista alexSandro Palombo

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“Gaza” è il titolo del murales dell’artista aleXsandro Palombo che ritrae la famiglia dei Simpson palestinesi, l’opera pop è apparsa in Via Padova a pochi metri dalla Casa della cultura Musulmana, nel quartiere simbolo della Milano multietnica. Homer Simpson appare con la Kefiah al collo e la fascia della bandiera palestinese sulla fronte, tra le sue braccia il cadavere di suo figlio Bart come in una moderna pietà, ai suoi piedi Marge, Lisa e Maggie.

Quest’opera vuole essere una forte istantanea degli orrori della guerra a Gaza, un richiamo ai diritti umani violati e un appello alle coscienze contro il massacro dei palestinesi inermi e la brutalità cieca della guerra. Guerra iniziata il 7 Ottobre con l’atroce attacco terroristico di Hamas contro Israele: 1200 civili israeliani massacrati e 240 ostaggi catturati. Guerra di reazione israeliana contro Gaza: più di 30.000 vittime palestinesi, in gran parte bambini e donne.

aleXsandro Palombo mette in scena l’orrore di questo conflitto a cui assistiamo quotidianamente attraverso le immagini raccapriccianti che rimbalzano sui nostri dispositivi, una guerra che colpisce in gran parte bambini e donne innocenti distruggendo qualunque speranza nell’umanità, l’artista pone il suo sguardo sul dolore e su quella violenza che non si consuma solo tra eserciti ma che si scatena in maniera indiscriminata sulla popolazione civile. La morte è qui assoluta, disperante fissità: anche le lacrime di Homer non riescono più a sgorgare, restano bloccate nel silenzio della morte; ormai tacciono anche le urla di paura dei bambini: Bart, Lisa e Maggie sono morti.

DECORAMBO
«Apprendo che nelle scorse ore, in via Padova vicino alla Casa della cultura Musulmana, è apparso un murales che si chiama “Gaza”. Non mi stupisco che tale disegno sia stato fatto proprio in questo quartiere, quasi esclusivamente multietnico, spesso e volentieri alle cronache quotidiane per furti, abusivismo, spaccio, aggressioni, violenze e attività illecite di varia natura. Spero che il Comune rimuova al più presto e denunci l’autore di questo disegno dove appaiono vistosamente sia la kefiah che la bandiera palestinese, in segno di rispetto e vicinanza verso il popolo israeliano, verso la comunità Ebraica e nei confronti di tutte le migliaia di persone che hanno perso la vita».

Così l’On. di Fratelli d’Italia, ex vice Sindaco delle Giunte di Centrodestra milanesi, membro della Commissione d’inchiesta alla Camera sulla Sicurezza e sul degrado delle Periferie in Italia, Riccardo De Corato, sul murales con Simpson palestinesi fatto in via Padova a Milano.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner