Gaetano Nastri (Fdi) premia in Senato il 17enne novarese Tommaso Caligari, che ha ideato una diagnosi veloce del Parkinson

La cerimonia a Palazzo Madana

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“Poter premiare Tommaso qui in Senato é per me un motivo di grande orgoglio perché reputo fondamentale far conoscere e sviluppare le nuove formidabili tecnologie create dai nostri giovani geni affinché possano essere messe a servizio delle nostre comunità. Scoperte ingegnose come questa rappresentano un patrimonio immenso per il nostro servizio sanitario nazionale che costituisce un presidio imprescindibile del nostro sistema sociale e offre prestazioni di assoluta qualità che non hanno da invidiare a nessun altro paese.

Le potenzialità del nostro capitale umano, il genio italiano fatto di invenzioni e di sogni meritano di essere sostenuti da un adeguato livello di investimenti in ricerca da considerare non solo come investimenti strategici per il nostro ma come moltiplicatori di ricchezza in grado di assicurare alla giovane generazioni in futuro più prospero e più Sostenibile. Puntare su questi aspetti ci permetterebbe anche di invertire il trend negativo che vede sempre più under 30 fare la valigia per andare all’estero per trovare porte più aperte retribuzioni migliori”.

Lo dichiara il senatore questore di Fratelli d’Italia, Gaetano Nastri, a margine del Convegno da lui organizzato a palazzo Madama dal titolo “La malattia di Parkinson: tra diagnosi, terapia e ricerca”.

Tommaso Caligari è uno studente di Novara di 17 anni. E’ stato premiato per un suo progetto di diagnosi precoce che riguarda il morbo di Parkinson. Che si chiama Parkinson Detector e studia attraverso due telecamere poste una di fronte all’altra il cammino del paziente. Analizzando eventuali alterazioni degli arti superiori che sono impercettibili all’occhio umano. In particolare l’angolo di oscillazione tra spalla e gomito. Poi un algoritmo compara i dati ed emette il responso. Caligari ha lavorato al suo progetto in ricordo del nonno Sergio.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner