Faccia da europei ! ritorno bambino

Il pallone in Italia è una religione ! Perché diventiamo tutti nazionalisti davanti a un tricolore.

Spettacolo. Faccia da Giancarlo Caremoli

Giancarlo Caremoli nasce in una famiglia di industriali meneghini nel settore dolciario. Un ambiente ricco di stimoli e nuove avventure (il nonno fu l'inventore...

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“Il pallone in Italia è una religione. Diventiamo nazionalisti davanti a un tricolore! Integrazione? Vedremo stasera ma dagli addobbi di certi locali mi sembra lontana.La Rai fa l’ennesima brutta figura non manda in onda tutte le partite.
Neanche avesse chissà che palinsesto da coprire …C’erano delle sicurezze in passato, pure a Cerano o come lo chiamavano i meridionali cerane…
In un paese dove i veneti non sanno una parola di dialetto locale noi vogliamo integrare il foresto…
Le altre nazionali sono piene di stranieri, ma non erano integrati ??? Avevano le colonie e il loro sistema funziona !!! Frasi di vita vissuta da chi non ha nemmeno superato il Ticino.
Stasera gioca la Nazionale ma quanti anti paesani tra i nostri tricolori.
In un paese dove viene prima il partito poi la nazione pure nel calcio funziona questa equazione: prima la squadra di club e poi la nazionalità.

Il gioco può essere superiore al tifo. In questi europei capiremo che in questo nostro paese l’integrazione non esiste.
Non immagino i caroselli e grida di liberazione di un popolo festeggiante per goal in vantaggio
Eravamo piccoli con tutte le nostre bandierine sul mappa mondo o atlante.
Volevamo scoprire e studiare la geografia poi il mondo è arrivato qui con tutti i suoi problemi
Meno affascinante ai nostri occhi. Siamo un popolo di emigranti adesso tocca accogliere: si ma i nostri lavoravano.
Beh, visto la nostra classe nella delinquenza forse qualcuno ha fatto altro di bene.
Vedremo tutte le partite e poi quel fascino del mondiale 1986 e il suo sistema di passaggio turno.
Beh, fino al 1994 dove la nazionale di Baggio passò come terza
Questo Europeo porta indietro la memoria alla grande Olanda di Van Basten con il trio del Milan di Berlusconi.

La sorprendente ripescata Danimarca e la sua favola calcistica e la Germania contro la Repubblica Ceca poi il Golden goal francese fino alla sorprese greche e doppietta spagnola e il Portogallo del grande Cristiano Ronaldo.
Ma chi è campione in carica ??? Ah noi con le parate di Gigio Donnarumma e le notti magiche in salsa Europee col mister col ciuffo e conto in banda galattico.

Una gioia e partecipazione meglio di un mondiale dove siamo assenti da due turni …Il nostro paese i nemici e detrattori li porta in casa …Quanti tirano contro perché si vergognano di essere italiani
Questa sera un solo grido: viva il calcio !!!

Anche se l’inflazione e pioggia di milioni lo sta rovinando e perdendo il fascino del magico …
Giocano sempre per le nostre serate, pomeriggi e aperitivi. In questo la Rai non ti fa fare indigestione di pallone.

Lei perde tutto pure il bello della sfera che rotola: servizio pubblico o nessun servizio.
Questa sera inizia l’avventura degli azzurri per cercare il bis o la bella figura gioca con Albania un derby di casa.
Bisogna avere paura del razzismo, bisogna avere paura dello spirito di rivalsa? Tutti noi meritiamo di più o ne siamo convinti. Pure di vedere una partita di calcio come quando eravamo bambini senza i tagli della Rai. Una soddisfazione e sfogo lo meritiamo …”

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner