Divieto di balneazione nel Ticino (e nei canali) nel tratto di Magenta

A seguito della nota di ATS

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Divieto permanente di balneazione nel tratto del fiume Ticino, all’interno di manufatti idraulici quali canali, navigli e nelle cave presenti nel territorio del Comune di Magenta.
Lo dispone anche per quest’anno l’ordinanza sindacale n. 40 dello scorso 12 giugno.

Il provvedimento è stato assunto anche per il 2024 a seguito della nota di ATS Milano Città Metropolitana da cui si evince che “al termine della stagione 2023 la qualità complessiva delle acque del fiume Ticino è risultata sufficiente o buona per i punti monitorati ubicati più a nord e scarsa per gli altri. Alla luce dell’esperienza degli anni precedenti, che ha evidenziato una classificazione pressoché costantemente “scarsa” a fronte di sporadici episodi di classificazione “buona”, anche per il 2024 si ritiene opportuno rinnovare il divieto di balneazione per tutti i punti; il programma di monitoraggio proseguirà fino a settembre, con prelievi mensili, nelle seguenti stazioni: 1. Castano Primo, località Casa delle barche; 2. Cuggiono, Località Baragge; 3. Boffalora, località Piave; 4. Abbiategrasso, Centro balneare Gabbana; 5. Besate, località Zerbo”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner