Croce Azzurra Ticinia al servizio della comunità. ‘AutoAmica’ e molto altro. A Marcallo con Casone

Attivato il servizio Auto Amica per il trasporto tra Casone e Marcallo

Marcallo con Casone: uno speciale annullo in occasione della 38° Fiera di San Marco e 20° Insubria Festival

Giovedì 25 aprile dalle ore 09:00 alle ore 15:00 in via Vitali a Marcallo con Casone verrà attivato un servizio temporaneo dove sarà possibile...

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

«La Croce Azzurra Ticinia OdV è un’associazione di volontariato che con i suoi servizi garantisce un importante supporto alle persone più fragili della nostra comunità e del territorio».

Parola di Roberto Valenti, vicesindaco e assessore alle Politiche sociali e al Welfare di Marcallo con Casone, il quale commenta in questo modo l’attivazione di “Auto Amica”, il servizio di trasporto gratuito per persone fragili residenti nel comune. Infatti, l’associazione ha messo a disposizione un mezzo che ha una capienza di otto passeggeri e che permette alle persone anziane, fragili o che non hanno un mezzo proprio di spostarsi il venerdì (giorno di mercato) da Casone a Marcallo e viceversa.

È operativo nei seguenti orari: andata, da Casone, ore 9.30 (via Jacini, alla fermata del bus) a Marcallo (piazza Italia); ritorno da Marcallo, ore 11.30 (piazza Italia) a Casone (via Jacini). Per informazioni: Croce Azzurra Ticinia, Tel: 02 97 61 777, Mail: marcalloconcasone@croceazzurraticina

Croce Azzurra Ticinia, come spiega la presidente Enrica Oldani, è una ODV, una organizzazione di volontariato impegnata nel sociale con sede a Inveruno nata il 21 dicembre 2005 e conta nove sezioni: Boffalora sopra Ticino, Inveruno e Furato, Robecchetto e Malvaglio, Marcallo con Casone, Vanzaghello e Villa Cortese (dal 2005 e che si erano staccate dalla Croce Azzurra Volontari Abbiatensi) e San Giorgio sul Legnano (dal 2008). È iscritta al Runts (registro unico nazionale del terzo settore).

L’attività principale è il servizio di trasporto verso ospedali, centri diagnostici, case di cura, residenze sanitarie, comunità educative, cooperative sociali per eseguire visite, esami, terapie, attività, percorsi educativi. Anche se in realtà la presidente Oldani preferisce chiamarlo servizio di accompagnamento, in quanto il volontario accompagna la persona, resta con lei fino a quando non completa le sue attività e poi la riporta a casa. Conta 362 volontari e dispone di 59 mezzi, di cui 20 attrezzati per trasporto disabili.

Croce Azzurra Ticinia nel tempo ha iniziato a garantire il suo aiuto ai più fragili anche con altre modalità, per esempio, aderendo al progetto “Alzheimer Café” che vede in prima linea il dottor Daniele Perrotta e che si tiene nella sezione di Villa Cortese. Si tratta di periodici incontri di supporto e formazione con esperti e volontari che sono rivolti ai pazienti di Alzheimer e ai famigliari. Un servizio questo che e che viene definito dalla presidente “un fiore all’occhiello” e che si sta valutando di attivare anche in altre sezioni, come Marcallo con Casone e Boffalora sopra Ticino.
Altra iniziativa è Fiore che ride, un gruppo di volontari che si sono dedicati alla riabilitazione motoria e l’inclusione sociale delle persone con disabilità del Castanese. È in programma anche una festa con l’associazione L’Oro di Marcallo con Casone, per cui la Croce Azzurra Ticinia si occupa del trasporto di 12 ragazzi disabili.

La presidente Enrica Oldani coglie l’occasione per lanciare un appello: al pari di molte altre realtà associative del territorio, è necessario guardare al futuro e coinvolgere dei giovani per attuare il necessario e progressivo cambio generazionale all’interno di Croce Azzurra Ticinia.

Pertanto, i giovani che volessero mettersi al servizio dei più fragili dedicando qualche ora a settimana del loro tempo possono contattare direttamente Croce Azzurra Ticinia. Inoltre, l’associazione effettua occasionalmente, come da normativa, iniziative volte all’ottenimento di fondi e di donazioni ma è possibile sostenerla soprattutto destinando il 5 x mille nella dichiarazione dei redditi (scrivere il Codice Fiscale 93025820155 nel riquadro destinato a sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative).

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner