Cremona: rubò 15mila chili di crostacei, in carcere dopo dieci anni

E' un 60enne

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Era tra coloro che rubarono derrate alimentari per diverse centinaia di migliaia di euro, tra cui oltre 15.000 chilogrammi di crostacei e pesce surgelato, sottratti nel dicembre 2014 a Terzo d’Acqui (Alessandria). I carabinieri di Sospiro (Cremona) hanno arrestato un uomo che deve scontare una condanna definitiva per furto aggravato.

L’ordine di carcerazione è stato emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Alessandria nei confronti di un uomo di 60 anni, pluripregiudicato che dovrà scontare una condanna a quattro mesi di reclusione emessa dal Tribunale di Alessandria nel 2019, confermata dalla Corte d’Appello di Torino nel 2021 e ora definitiva.

Nel settembre del 2015, la Polizia di Stato di Modena aveva eseguito diverse ordinanze di custodia cautelare a carico di accusati di associazione per delinquere finalizzata al furto aggravato ai danni di numerosi stabilimenti e depositi di stoccaggio di formaggio e di altri prodotti alimentari tra Modena, Reggio Emilia, Parma, Alessandria, L’Aquila e Mantova.

Tra questi il colpo di Terzo d’Acqui per cui è stato condannato l’uomo che è ora in carcere a Cremona.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner