Città Metropolitana, Politiche giovanili: 140mila euro per due progetti innovativi

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

La Città metropolitana di Milano, in qualità di partner, ottiene cospicui finanziamenti regionali per due percorsi di empowerment rivolti ai ragazzi e alle ragazze

a group of people standing next to a body of water

MILANO – Un finanziamento di quasi 140mila euro per due progetti rivolti ai giovani. E’ quanto ottenuto dalla Città metropolitana di Milano e dai Comuni partner da Regione Lombardia, nell’ambito del bando “La Lombardia è dei giovani 2023”.

L’ente di area vasta ha partecipato come partner a due progetti: “Il tuo futuro è oggi”, con capofila il Comune di San Donato Milanese, per il valore di 100mila euro e finanziato per 70mila euro, e “Good times”, con capofila l’Azienda Sociale del Legnanese (So.Le.), per un valore di 94.853,12 euro e finanziato per 66.240 euro.

Un risultato importante sul fronte della Politiche giovanili, tema su cui la Città metropolitana di Milano da anni porta avanti progetti ed iniziative rivolte a tutti i Comuni dell’area metropolitana, non ultima una vera e propria masterclass formativa volta a creare prassi e percorsi condivisi tra gli attori del sistema territoriale. Il Piano strategico dell’ente, infatti, prevede, tra le linee guida, di rafforzare una governance territoriale delle politiche giovanili e promuovere azioni sperimentali e progetti sovralocali replicabili, finalizzati allo sviluppo di opportunità di crescita, cittadinanza attiva e valorizzazione delle competenze dei giovani. Sono diversi i progetti di successo cui la Città metropolitana ha preso parte negli anni scorsi (di cui alcuni ancora in corso), ottenendo importanti finanziamenti.

“Il tuo futuro è oggi”

Il progetto, con capofila il Comune di San Donato Milanese, prevede percorsi di emancipazione tra occupabilità e autoimprenditorialità. In questo caso, l’ente di area vasta è responsabile del monitoraggio e valutazione, grazie al suo Osservatorio metropolitano giovani, strumento per l’ascolto dei territori sulle questioni del mondo giovanile, che supporta la nascita e il consolidamento di reti territoriali, finalizzate allo scambio di buone prassi tra gli attori istituzionali e non. Dal 2020 l’Osservatorio collabora attivamente con gli Uffici di Piano, fornendo supporto metodologico e formativo nella strutturazione della governance sovralocale delle Politiche giovanili e nella ricomposizione dei Servizi rivolti ai giovani.

Due le proposte concrete: un’esperienza retribuita in azienda, con un percorso di supporto, per aumentare la consapevolezza nei confronti del proprio futuro lavorativo; un’esperienza retribuita di autoimprenditorialità, finalizzata ad acquisire le competenze utili a creare una Start-up.

Il progetto si rivolge alla fascia dei giovani ricompresi tra i 18 e i 29 anni dei territori dell’Ambito Sociale del Sud Est Milano. L’inizio è previsto per settembre 2023 e durerà un anno circa.

Good times

Il progetto, con capofila l’Azienda Sociale del Legnanese (So.Le.) e partner, tra gli altri, diversi Comuni (Busto Garolfo, Canegrate, Rescaldina, Villa Cortese, Nerviano, Legnano, Castano Primo, Magnago, Inveruno, Arconate, Vanzaghello, Turbigo e San Giorgio su Legnano), avrà come riferimento la cabina di regia e il Tavolo sovraterritoriale giovani. Le parole chiave sono partecipazione e protagonismo dei giovani e innovazione: in particolare si intende sviluppare percorsi innovativi accessibili e diffusi, da co-progettare e co-costruire con i giovani, per cercare e trovare informazioni, per sperimentare proposte di orientamento, per offrire risorse e esperienze importanti e significative per la costruzione dei progetti di vita. Si punta ad allestire contesti di partecipazione attiva, di animazione sociale e culturale, valorizzando i luoghi e gli spazi già esistenti sui territori, promuovendo nuove possibilità per viverli: iniziative di amministrazione condivisa, azioni di cura dei beni comuni, rigenerazione di spazi e luoghi del territorio, sempre in un’ottica di progettazione partecipata e di welfare generativo e trasformativo. Nasceranno luoghi di aggancio e di corresponsabilità sociale gli eurodesk, non ancora presenti a livello di ambito territoriale. Si potenzierà su tutto il territorio l’unico Informagiovani presente a livello territoriale (nel Comune di Busto G.) attraverso la creazione di hub virtuali e dei punti giovani diffusi. Il progetto, al via a settembre 2023, durerà un anno.

Anche in questo caso, la Città metropolitana di Milano svolgerà un ruolo di monitoraggio, portando le esperienze precedentemente maturate a supporto della nuova progettualità.

“Anche quest’anno la Città metropolitana di Milano sarà coprotagonista di importanti progetti rivolti ai giovani – commenta Giorgio Mantoan, Consigliere delegato allo Sviluppo Economico, Politiche Giovanili, Rapporti con Sistema delle Università, Forestazione urbana e Progetto ForestaMI, Coordinamento Fondi Europei – In qualità di partner, ci siamo candidati al bando regionale, ottenendo due finanziamenti, che si aggiungono a quelli già portati a casa negli scorsi anni, grazie ad una progettualità competente e consolidata che, di anno in anno, va ad ampliarsi e rafforzarsi. Svolgiamo un ruolo di monitoraggio strategico che ci permette di affinare le proposte, correggendo eventuali criticità e valorizzando, invece, gli elementi di successo. Il nostro Osservatorio metropolitano giovani, in questo senso, è uno strumento chiave di ascolto e dialogo coi territori e suoi giovani. La Città metropolitana è al servizio del territorio”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner