Chiasso, ucraino ‘pizzicato’ con 117mila euro non dichiarati

Sequestro e denuncia

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Nelle scorse ore i funzionari ADM di Como in servizio presso la Sezione Operativa Territoriale (SOT) di Chiasso e i militari della Guardia di Finanza del Gruppo di Ponte Chiasso, nell’ambito delle attività di contrasto al traffico transfrontaliero di valuta, hanno fermato un viaggiatore su un treno Regio Express, in arrivo da Locarno e diretto a Milano, intercettando la somma di 116.800 euro non dichiarati.

Alla domanda di rito se trasportasse al seguito denaro o strumenti negoziabili per importo pari o superiore ai diecimila euro, il fermato, di nazionalità ucraina, ha risposto negativamente.Ritenuta inattendibile la risposta data, l’uomo è stato invitato a scendere dal treno per approfondire il controllo presso gli Uffici doganali. Nel bagaglio al seguito è stata quindi rinvenuta la somma di 116.800 euro, in tagli da 100 e 50 euro: l’eccedenza di denaro trasportato oltre i diecimila euro superava di gran lunga la soglia di 40.000 euro stabilita. L’Ufficio ha quindi sequestrato il 50% della somma eccedente (per un importo pari a 53.400 euro) a garanzia del pagamento della sanzione che sarà inflitta al trasgressore con apposito provvedimento del MEF.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner