Arluno, Luigi Alfieri per il centro destra, punta a cambiare rotta diventando Sindaco

Alla guida della lista Arluno domani sostenuta da Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega. Riuscirà a spuntarla su Alfio Colombo dopo decenni di centro sinistra?

Mario Mantovani come Erasmo da Rotterdam, Arconate come tappa della folle visionarietà di un campione dell’oltrismo- di F.P.

“Sono due i principali ostacoli alla conoscenza delle cose: la vergogna che offusca l'animo, e la paura che, alla vista del pericolo, distoglie dalle...

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Il centrodestra ha scelto lui. Luigi Alfieri sarà il candidato di bandiera con cui Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega cercheranno di andare ad amministrare il comune di Arluno per i prossimi cinque anni. Alfieri sarà a capo di una lista denominata “Arluno domani”.

Alfieri scopre subito le carte e indica quali siano le priorità a cui mettere mano. “Nel momento in cui abbiamo deciso di costruire il programma – dice – abbiamo identificato tre punti, decoro urbano, vita cittadina e viabilità , intesa come un nuovo piano urbanistico che possa porre rimedio a tutte le problematiche che ci sono state negli ultimi vent’anni, come i parcheggi selvaggi”. Le tematiche sono state scelte, prosegue Alfieri, “per effetto di una serie di interviste fatte ai cittadini e delle risposte che sono pervenute, di cui quelle oggetto dei tre punti sono state le prevalenti”.

Un programma che, dice Alfieri, si è proposto di nascere dal basso, dall’ascolto dei cittadini: “abbiamo capovolto il discorso – spiega- partendo dai cittadini e dal loro ascolto”. Alfieri scende poi nei dettagli delle tre priorità: “per il decoro urbano – dice- noi abbiamo identificato come primo argomento la riqualificazione delle aree verdi, parco Toti, parco Sant’Apollonia, parco dell’orologio e all’interno di queste aree dovremo andare a identificare nuovi punti di raccolta per ciò che riguarda la raccolta dell’immondizia”. Lotta aperta alle discariche abusive, quindi, oltre alla valorizzazione dell’ambiente. “Vogliamo posizionare nelle singole aree verdi – dice – cestini che prevedano la raccolta differenziata”.

Un’altra priorità, per Alfieri, è “il miglioramento dell’organizzazione degli eventi, ce ne sono già ma si possono implementare con altre manifestazioni come la festa delle bande o quella della Repubblica che possono essere valorizzate”.

Altra priorità, la sicurezza: “è un’esigenza primaria per i cittadini arlunesi – spiega – come senso di controllo che i cittadini possano percepire”. Alfieri spinge anche anche per una riorganizzazione degli uffici comunali: “occorre sperimentare la possibilità di lasciare un appuntamento ad accesso libero in cui i cittadini abbiano la possibilità di ottenere dagli uffici comunali l’emissione della carta d’identità elettronica, occorre venire incontro alle esigenze del cittadino che ha bisogno di un determinato servizio”. Sul piano dell’urbanistica, per Alfieri, occorre “procedere a una totale revisione della viabilità attuale, perché Arluno è sviluppata urbanisticamente in modo stretto e lungo, l’unico modo per attraversare il paese è attraversarlo dal centro, l’idea potrebbe essere liberare il centro dal traffico, dall’attraversamento dei bus, rivedendolo affinché il traffico che attraversa il paese sia deviato , liberando appunto il centro in modo da rivalorizzarlo con tutto quanto ne consegue, per esempio riportando il mercato”.

Cristiano Comelli

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner