Arluno, immobile confiscato alla mafia, Agolli: “A breve il bando per assegnarlo a un’associazione”

Con il prossimo autunno si farà il taglio del nastro. la casa è situata a Rogorotto.

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

E’ giunta la parola fine per la lunga vicenda relativa all’immobile confiscato alla mafia ad Arluno. Si tratta di un’abitazione di via San Francesco, a Rogorotto, per la quale l’amministrazione comunale uscirà con un bando rivolto alle associazioni di volontariato che si occupano del sociale. “Intendiamo fare tutto nel più breve tempo possibile – ha commentato il Sindaco Moreno Agolli – A lasciare l’immobile vuoto c’è sempre il rischio che qualche abusivo lo occupi. Adesso si tratta solo di firmare le certificazioni degli impianti che sono a norma e, nel giro di un paio di mesi, usciremo con il bando”.

Si parla, quindi, del mese di luglio per la gara. Per poi pensare ad un’inaugurazione con tanto di taglio del nastro ufficiale nel mese di settembre, ottobre. Il bando deve per forza essere fatto non potendo procedere all’affidamento diretto. La storia di quell’immobile ci riporta indietro nel tempo. Dopo la maxi operazione di alcuni anni fa che portò la Dia anche ad Arluno alcuni beni vennero gestiti dall’agenzia per gli immobili confiscati alla criminalità organizzata. Tra questi anche l’immobile di Rogorotto. Il comune di Arluno venne interpellato e manifestò interesse ad entrare in possesso del bene. Il percorso avviato portò ad una prima assegnazione all’associazione Ucapte (Una casa anche per te) di don Massimo Mapelli, che si occupa della gestione di questi beni. Don Massimo con la sua associazione utilizzò la casa per finalità sociali, ma rimaneva sempre di proprietà dell’agenzia. “Ora abbiamo formalizzato il passaggio di proprietà al comune di Arluno – conclude il Sindaco Agolli – Il bando sarà rivolto alle associazioni e, tra queste, pensiamo parteciperà anche Ucapte. Una volta definito il tutto il bene passerà ad essere utilizzato per scopi sociali”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner