2mila persone al pranzo natalizio di Sant’Egidio a Milano

Un'altra grande impresa solidale, con 600 volontari impegnati

Epifania in Pediatria a Magenta, due: il dono di Branco

"Oggi (6 gennaio, nda), nella giornata dell’Epifania, i volontari di Branco sono stati al reparto pediatrico dell’ospedale Giuseppe Fornaroli di Magenta per donare un...

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

A Milano saranno 2.000 le persone riunite dalla Comunità di Sant’Egidio per il pranzo di Natale il 25 dicembre 2023. Più di 600 i volontari impegnati. In Italia saranno 80mila le persone a tavola con Sant’Egidio, 250mila in tutto il mondo. Sarà un Natale di speranza in un tempo segnato dalla crisi e dalle guerre in Terra Santa, Ucraina e in diversi altri paesi, con tutte le loro conseguenze. Non saranno dimenticate le tragedie milanesi, come nel quartiere Corvetto gli anziani morti nella Rsa ‘Casa Coniugi’ dello scorso luglio.

Alle 12.30, i 9 luoghi della città che ospitano i pranzi si riempiranno di senza dimora, anziani, rom, bambini delle Scuole della Pace, rifugiati, tra cui alcune famiglie arrivate in Italia grazie ai corridoi umanitari e accolte dalla Comunità. A tavola verrà servito, con apparecchiatura e posate compostabili, il menù tradizionale della festa (antipasti, lasagne, arrosto e contorni, frutta fresca, panettone e spumante, caffè e cioccolatini). Ciascuno riceverà un dono personalizzato, come avviene in ogni famiglia. Gli auguri in oltre 30 lingue, i regali distribuiti da Babbo Natale e una tombola concluderanno la festa. Tante le iniziative che si terranno in contemporanea in un centinaio di città italiane e nel mondo, anche grazie al numero solidale 45586 (attivo fino al 26 dicembre), per lanciare un messaggio di speranza di fronte alle difficoltà che vivono tanti a livello economico e sociale.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner