Agenzia Italpress

“Viva la danza”, su Rai1 lo show di Roberto Bolle

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Pubblicità

Salva

Gli aggiornamenti di oggi dalla Redazione Spettacoli

ROMA (ITALPRESS) – “Viva la Danza”, lo show organizzato in occasione della Giornata Internazionale della Danza, arriva il 29 aprile in prima serata su Rai 1. Si tratta di un grande spettacolo evento voluto da RAI e dal Ministero della Cultura e ideato da Roberto Bolle per celebrare l’arte della danza in Italia. “Sono un estimatore e ammiratore di Roberto Bolle, che oltre a essere un grande della danza, è anche una persona che ci sta trasferendo delle idee che cerchiamo di fare nostre e di porre in essere” ha detto il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.
Viva la Danza, in scena al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze, è prodotto da Rai Direzione Intrattenimento in collaborazione con Ballandi e Artedanza srl e sarà innanzitutto una grande festa di tutti i generi di ballo: come la danza classica, l’hip hop, lo swing, il latinoamericano e il tip tap.”Questi eventi servono per godere di uno spettacolo eccezionale e per accendere i riflettori su qualcosa di importante e significativo” ha aggiunto Sangiuliano. “La danza è un momento altamente educativo: chi la fa si educa al sacrificio, all’impegno e indipendentemente dal fatto se riuscirà ad avere una carriera artistica gli resterà dentro un valore di riferimento umano che poi si può applicare ad altro”.
“Sarà importante per il Maggio Fiorentino di cui stiamo progettando un grande rilancio. Deve riguadagnare il prestigio e questo può essere anche un momento di partenza” ha detto Sangiuliano. “Una piccola cosa concreta la stiamo facendo – prosegue – stiamo ricostituendo due corpi di ballo. Uno fra il Maggio Fiorentino e Bologna e un altro tra Venezia e Verona”, questo perchè “le cose vanno fatte passo dopo passo con equilibrio e misura. Cominciamo a mettere due mattoncini, poi se va bene ne metteremo altri”. Gli ha fatto eco il sottosegretario Gianmarco Mazzi rispetto all’attenzione che il Ministero sta dando e darà a questo settore: “Il mondo della danza riceverà dal governo una grande attenzione. Lo facciamo perchè ci sembra un settore che negli anni è stato trascurato a favore di altri e quindi la nostra intenzione è di sostenerlo finanziariamente e di svilupparlo. Per rimediare e compensare alla trascuratezza che ha avuto nel passato”.
Bolle per Viva la Danza ha chiamato in aiuto alcuni artisti del mondo della musica, del cinema e della televisione cui ha affidato parti del racconto: Elodie, Katia Follesa, Francesco Pannofino, Fabrizio Biggio, Valentina Romani. “E’ una grande dichiarazione d’amore per la danza in generale ed è bello farlo in questa giornata speciale del 29 aprile, in cui noi addetti ai lavori l’abbiamo sempre celebrata ed è bello estenderla a chi non sapeva di questa data. Condividiamo con il grande pubblico un momento speciale di valorizzazione della danza con un format nuovo e ideato per l’occasione”, ha detto Bolle. L’artista ha poi spiegato: “E’ una grande sfida perchè è molto diverso da “Danza con me” che era più un varietà televisivo e si allontanava molto dal mondo del teatro. Aveva tutto un altro sapore. In questo caso siamo in un teatro, il Maggio Fiorentino, che è la nostra casa e il luogo da far vivere attraverso la danza”. Stavolta “c’è un sapore più teatrale e mi piace perchè il pubblico che lo vedrà ritroverà il gusto teatrale di spettacoli che ha visto a teatro o che andrà a vedere. Sarà quello che avvicinerà il pubblico al teatro” tramite anche “il dietro le quinte che in tv non si vede”.
Il format originale è pensato ad hoc dall’E’toile per l’occasione e prevede al centro un grande gala strutturato come se fosse il celeberrimo “Roberto Bolle and Friends”, lo spettacolo con il quale ha incantato i palchi più prestigiosi e suggestivi del mondo. Il racconto si arricchisce poi di molti filoni narrativi intrecciati che rendono lo show una celebrazione allegra e sorprendente. Sul palco anche i bimbi del Coro delle Voci Bianche del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino il cui canto viene accompagnato da una coreografia originale di Roberto Bolle e il compositore e violinista Alessandro Quarta. Altra perla di questo show inedito, una sigla originale, sia nella musicarcha nella messa in scena. La musica è originale, prodotta da Taketo Gohato appositamente per il programma, dal titolo “We are dancers at Heart” (Taketo Gohara/Mirko Maria Matera/Stefano Nanni/Niccolò Fornabaio), interpretata da “Les Pointes”. Anche quest’anno il pubblico presente in sala sarà molto speciale e composto per lo più da giovani allievi delle scuole di danza di tutta Italia riunito con la collaborazione di AssoDanza Italia.
-foto xl5-
(ITALPRESS).

■ Ultim'ora

contenuti dei partner

Ultim'ora nazionali

Pubblicità