Vigevano, aggredito agente penitenziario

Ennesima denuncia

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Un detenuto ha aggredito un agente di custodia nel carcere dei Piccolini a Vigevano (Pavia). A denunciare il fatto, accaduto giovedì pomeriggio, è stato oggi Mirco Savastano, delegato sindacale della polizia penitenziaria nella casa di reclusione della città lomellina.

Secondo quanto è stato riferito, il detenuto, di origini magrebine, prima ha chiesto di telefonare dai terminali resi disponibili dalla direzione del carcere. Quando l’agente ha aperto la cella, ha notato che il detenuto aveva con sé una borsa frigo con la quale voleva andarsi a rifornire al frigorifero. Ma questa operazione può svolgersi solo in orari fissati dal regolamento. L’agente l’ha fatto notare all’uomo che ha reagito con violenza, cercando di afferrarlo per il collo e colpendolo con un pugno, L’agente ha schivato in parte il colpo, ma ha riportato escoriazioni al volto che i medici del pronto soccorso hanno giudicato guaribili in cinque giorni. Nel commentare l’episodio, Mirco Savastano ha auspicato l’autorizzazione all’utilizzo del taser anche per la polizia penitenziaria: “Potrebbe essere un deterrente valido per limitare aggressioni e comportamenti violenti”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner