― pubblicità ―

Dall'archivio:

Vaccino: in Lombardia terza dose in 668 farmacie

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Attenzione: questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie.

Potrebbe contenere informazioni obsolete o visioni da contestualizzare rispetto alla data di pubblicazione.

MILANO – “Siamo partiti da 15 farmacie che vaccinavano, al 18 ottobre avremo 668 farmacie che in Lombardia potranno vaccinare con la terza dose di Moderna gli over 80”. Lo ha detto il coordinatore della campagna vaccinale, Guido Bertolaso, nel corso di una conferenza stampa sull’andamento della campagna vaccinale.
Da lunedi’ 4 ottobre sono iniziate le vaccinazioni anche per gli over 80 (se sono passati 6 mesi dalla seconda dose) e in linea di massima dal 22 novembre, una volta ottenuti tutti i via libera necessari, potranno accedere liberamente anche tutti gli over 18, sempre a condizioni che siano trascorsi 6 mesi dalla seconda dose.
 

“Ritengo che questo sia il percorso piu’ giusto – ha spiegato Bertolaso – per un Paese come il nostro. Ieri Ema ha mandato un messaggio forte e chiaro: ci dobbiamo preparare a una terza dose perche’ questo e’ necessario. Fino a quando il covid continuera’ a girare nel mondo dovremo vaccinarci perche’ prevenire e’ meglio di curare.
Credo che l’Agenzia Italiana del Farmaco aderira’ a questa decisione di Ema, poi il ministero della Salute sentira’ il Cts e quindi il generale Figliuolo poi ci diranno come procedere.
Noi siamo pronti, i vaccini ci sono, cosi’ come i centri e quindi prima di Natale cominceremo a vaccinare tutti gli italiani con la terza dose”.
Dal 20 settembre i cittadini immunocompromessi si vaccinano nei centri massivi tramite prenotazione o vengono chiamati dalle strutture assistenziali di riferimento. La Regione Lombardia ha vaccinato circa il 10,7% di cittadini immunocompromessi, contro una media nazionale di circa il 6%.
Da domenica 3 ottobre i cittadini over 80 hanno la possibilita’ prenotarsi sul sito regionale per la somministrazione della dose Booster presso uno dei centri di prossimita’. Nella prima settimana (4 ottobre – 10 ottobre) iniziale sono stati previsti circa 14.000 slot disponibili giornalieri .Dal 18 ottobre i cittadini potranno vaccinarsi anche presso 668 farmacie attive su tutto il territorio della Lombardia. Da questa settimana, poi, iniziano le vaccinazioni presso tutte le 724 RSA della Regione per gli ospiti ed il personale. Tutte le RSA sono operative e possono interagire con il ‘sistema Poste’ e possono iniziare le somministrazione degli ospiti e del personale sanitario direttamente in loco e senza prenotazione Una grande novita’ e’ rappresentata dal fatto che i cittadini potranno prenotarsi direttamente in farmacia (e non dal portale Poste) a partire da lunedi’ 11 ottobre. Le 668 farmacie aderenti grazie alla collaborazione di FederFarma inizieranno le somministrazioni a partire da lunedi’ 18 Ottobre (ATS Montagna, ATS Brescia, ATS Pavia). Da mercoledi’ 20 ottobre partiranno le farmacie in tutte le altre ATS (ATS Milano, ATS Insubria, ATS
Brianza, ATS Bergamo, ATS Val Padana). E’ stato definito con i Medici di Medicina Generale un accordo per la somministrazione della terza dose di vaccino.
Quelli aderenti alla campagna vaccinale avranno in carico le vaccinazioni domiciliari e/o presso i loro ambulatori in linea con i requisiti per la somministrazione.

 

Bertolaso ha quindi spiegato che “Il personale sociosanitario potra’ ricevere la dose ‘booster’ dall’11 di ottobre ed entro la fine di dicembre avremo vaccinato tutti”. Come nella fase 1, gli operatori sanitari potranno essere vaccinati presso il proprio luogo di lavoro (ospedali, ambulatori, etc. pubblici e privati) mentre gli altri operatori sanitari presso i Centri Vaccinali con prenotazione sul portale Poste.

Questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie e potrebbe risultare obsoleto.

■ Prima Pagina di Oggi