Smog, dopo i dati su Milano, Fontana risponde: “Noi siamo sotto i parametri stabiliti in Ue”

Il Governatore lombardo: 'Poi se si vuole fare polemica a tutti i costi è un altro discorso...'

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“In che modo l’Europa cerca di contrastare lo smog? Dando dei parametri all’interno dei quali si possono immettere nell’atmosfera le sostanze. E da quel punto di vista noi siamo sotto a quei parametri stabiliti, quindi noi la nostra parte la stiamo facendo”.

Così il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana in Fiera a Rho (Milano) durante l’inaugurazione di Myplant&Garden.

“Se si va a guardare la quantità di sostanze inquinanti che viene immessa nell’atmosfera nella nostra regione come in tutta la pianura padana si renderà conto che sono in costante diminuzione – ha continuato Fontana rispondendo alla domanda di un cronista – e quello è ciò che possiamo fare noi”.

Ci sono poi dei fattori che “esulano dalla nostra possibilità” ma “che sono determinati dal fatto che purtroppo la pianura padana è una conca all’interno della quale non si crea un ricircolo di aria”. Ma “le nostre violazioni non sono sulle quantità immesse ma sono sul fatto che si superano i giorni di inquinamento determinati dallo stazionamento dell’aria” ha aggiunto Fontana.

“Poi se si vuole fare polemica è un altro discorso – ha concluso – noi stiamo facendo come Lombardia e pianura padana un lavoro importante per ridurre l’inquinamento e i dati ci stanno dando ragione. Se poi le condizioni sono tali per cui anche quel poco che immettiamo ristagna, per ora, non abbiamo soluzioni”.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner