― pubblicità ―

Dall'archivio:

Pregliasco: ‘esibire green pass con orgoglio, serve vaccinarsi’

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Attenzione: questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie.

Potrebbe contenere informazioni obsolete o visioni da contestualizzare rispetto alla data di pubblicazione.

MILANO –

“Anche dove si è vaccinato il virus continuerà a circolare, però con la vaccinazione gli effetti più pesanti diventeranno minimi e questo ci permetterà di continuare a vivere e ritornare alla nuova normalità. Lo ha detto a Cusano Italia Tv virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario IRCCS Galeazzi di Milano -. Le varianti possono determinare, nel 15% delle persone vaccinate, un’infezione asintomatica, ma al 98% evitano le forme più pesanti della malattia. Il green pass è un modo per dimostrare solidarietà, bisogna esibirlo in modo orgoglioso perché è la dimostrazione che facendo il vaccino ho protetto me stesso e gli altri. Rilanciamo la vaccinazione trasversale di tutti, perché anche i giovani possono trasmettere il virus. Forse in futuro, come per l’influenza, si vaccineranno solo le persone più anziane e a rischio, ma in questo momento dobbiamo dare una pesante batosta al virus”.

Fabrizio Pregliasco

 

E a proposito dell’ipotesi terza dose: “Credo che sarà nel 2022, forse con una composizione del vaccino aggiornata alle varianti, però in questo momento pensiamo al primo giro di vaccinazione”.

Questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie e potrebbe risultare obsoleto.

■ Prima Pagina di Oggi