Agenzia Italpress

Piero Pelù ritorna con il singolo “Novichok”, a giugno l’album “Deserti”

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Pubblicità

Salva

Gli aggiornamenti di oggi dalla Redazione Spettacoli

MILANO (ITALPRESS) – Dopo oltre un anno di stop forzato, Piero Pelù è finalmente tornato alla musica e lo ha fatto annunciando l’uscita del suo nuovo album che si intitolerà “Deserti” e sarà disponibile in tutti i negozi dal prossimo 7 giugno (Epic Records/Sony Music Italy). “Deserti” è il secondo capitolo della Trilogia del Disagio, lavoro iniziato nel 2020 con la pubblicazione del disco “Pugili fragili”. L’album è disponibile da oggi per essere preordinato in formato fisico in versione CD, Vinile blu trasparente e Vinile Nero 180 grammi. Su Amazon saranno inoltre disponibili in esclusiva la versione CD e la versione LP trasparente autografati. Sullo store del sito ufficiale di Piero si potrà acquistare la musicassetta in versione limitata e numerata (www.pieropelu.net). Questo countdown ha portato oggi alla pubblicazione di una prima traccia del disco dal titolo “Novichok” un brano che Pelù ha deciso di condividere con i suoi fan in un luogo per lui molto importante, la cantina di via Dè Bardi a Firenze dove i Litfiba sono nati e hanno mosso i primi passi. Ieri sera, infatti, Pelù ha invitato un gruppo selezionato di fan alla cantina per partecipare allo Speakeasy da Piero, una serata pensata e voluta dal cantautore toscano per riallacciare i rapporti con le sue radici musicali ancora molto presenti in lui e nella sua musica.
A via Dè Bardi (dove Piero aveva cantato l’ultima volta alla fine del 1988) Pelù ha chiuso un capitolo (i Litfiba salutati per l’ultima volta a dicembre 2022 durante l’ultima data del tour di addio) per iniziarne uno nuovo: “Deserti”.
“Ho scelto di annunciare l’uscita del nuovo album condividendo con i miei fan Novichok perchè viviamo in tempi che sono costantemente avvelenati dalle fake news e dall’odio sempre più diffuso dalla rete fino alle nostre strade – racconta Piero – Novichok è il veleno subdolamente usato da Putin per uccidere i suoi oppositori e per metafora è il veleno che ogni giorno viene propinato a noi cittadini attraverso i cibi contaminati e le propagande sempre più invasive e false”. Musicalmente “Novichok” è molto legata alle radici litfibiane di Piero e per questo la mitica cantina di via Dè Bardi a Firenze era il luogo ideale per presentarlo ai primissimi funs (come Pelù ama chiamare i suoi fan). Questa ripartenza non è solo legata alla pubblicazione di nuova musica inedita ma anche al ritorno sul palco dopo la cancellazione del tour dello scorso anno a causa dei problemi legati agli acufeni. Il Deserti Tour di Piero Pelù (accompagnato da una band di super musicisti del calibro di Giacomo Castellano “Castillo” alla chitarra, Luca Martelli “Mitraglia” alla batteria e Max Gelsi “Sigel” al basso) partirà, infatti, il prossimo 29 giugno da Spilimbergo (PN) prima di proseguire il 26 luglio a Castiglione del Lago (PG), il 27 luglio a Porto Recanati (MC), il 9 agosto ad Asiago (VI), il 16 agosto a Noto (SR), il 18 agosto a Bagheria in provincia di Palermo, il 20 agosto a Roccella Jonica (RC), il 22 agosto a San Pancrazio Salentino (BR), il 24 agosto a Veroli (FR) e concludersi il 13 settembre (inizialmente la data era prevista per il 6 settembre) a Cernobbio (CO).

foto: ufficio stampa Piero Pelù – About

(ITALPRESS).

■ Ultim'ora

contenuti dei partner

Ultim'ora nazionali

Pubblicità