Milano, tentato omicidio in corso Como: arrestati due giovani italiani di origine africana

Per aggressione a coltellate

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

La Polizia di Stato di Milano, coordinata dalla Procura del capooluogo lombardo, ha eseguito due ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip nei confronti di due 19enni di nazionalità italiana e di origine rispettivamente del Marocco e del Senegal, ritenuti responsabili del tentato omicidio di un giovane di 22 anni colpito da un fendente alla mano e un 21enne colpito da undici fendenti in varie parti del corpo che gli hanno procurato una perforazione al polmone con conseguente collasso.

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti gli indagati, lo scorso 4 novembre, dopo aver avvicinato la vittima di 21 anni, che si trovava in compagnia di amici in corso Como, dapprima avrebbero minacciato il gruppo e poi ingaggiato una lite passata alle vie di fatto nel corso della quale il giovane è stata bloccato al suolo e colpito con arma da taglio alla schiena e agli arti superiori e inferiori; subito dopo, i due aggressori si sono dati alla fuga facendo perdere le loro tracce. Le indagini hanno permesso alla Polizia di Stato di arrestare subito 3 ragazzi minorenni e le successive indagini, svolte anche tramite attività tecniche e di intercettazione, hanno consentito di individuare in breve tempo altri due giovani maggiorenni. I due indagati sono stati condotti nel carcere di San Vittore.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Altre Storie

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Altre Storie

Pubblicità

contenuti dei partner