Milano: studenti inseguono e fanno arrestare due rapinatori

L'attacco di Decorambo

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

«Leggo dalle agenzie che ieri sera alcuni studenti hanno inseguito e fatto arrestare due stranieri, pregiudicati, per furto in zona Sabotino a Milano. Ma in quella zona, particolarmente frequentata a causa di un alto numero di locali serali/notturni e cosiddetta “della movida”, non dovevano esserci i “ghisa” previsti nel protocollo di Sicurezza firmato e sottoscritto nell’agosto del 2021 da Sala in Prefettura con l’allora Prefetto Saccone? Invece, non si vede nemmeno l’ombra, eccezion fatta quando si tratta di fare multe! Ad intervenire, come è successo la scorsa notte, sono sempre e solo Carabinieri e Polizia di Stato. Un simile episodio, sempre in una zona centrale della città, era avvenuto la scorsa settimana quando un ex giocatore di basket dell’Olimpia, ha inseguito e placcato un ladro, anche lui con precedenti, che si era impossessato della borsa di sua mamma in corso Genova. Ormai, i milanesi, sono abituati con questa Giunta a farsi sicurezza da soli, in modalità self-service (fai da te)! E’ arrivato il momento che Sala e compagni, incluso Gabrielli, si diano una svegliata e facciano andare in giro per i quartieri gli oltre tremila agenti di Polizia Locale, di cui dispongono, sia nelle ore diurne che in quelle serali, dalle periferie alle zone più centrali».

Lo dichiara il Deputato di Fratelli d’Italia, membro della Commissione d’inchiesta alla Camera sulla Sicurezza e sul degrado delle Periferie in Italia ed ex vice Sindaco delle Giunte di Centrodestra milanesi, Riccardo De Corato, sui tre studenti che la scorsa notte in viale Sabotino hanno rincorso e fatto arrestare due stranieri che avevano rapinato la borsetta ad una donna in un locale.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner