Milano, altri arresti: in Centrale due ladre bosniache

Operazione degli agenti anti borseggio

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Ieri pomeriggio, la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino rumeno di 42 anni per furto aggravato. Gli agenti della Polizia Ferroviaria, impegnati in un servizio antiborseggio, hanno notato un uomo all’interno della stazione di Milano Centrale, che si e’ posizionato vicino un viaggiatore e si e’ impossessato del suo cellulare, coprendosi la mano con la sua giacca, per poi allontanarsi. I poliziotti che hanno assistito alla scena lo hanno fermato, restituendo quanto rubato alla vittima. Il 42enne, irregolare sul territorio nazionale, con pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, e’ stato accompagnato presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa del giudizio di direttissima.

Sempre ieri, la Polizia di Stato ha arrestato due cittadine bosniache di 20 e 25 anni per furto aggravato. A seguito del controllo delle due donne da parte degli agenti della Polizia Ferroviaria all’interno della stazione Centrale, la 25enne aggrediva un poliziotto procurandogli delle lesioni, motivo per cui e’ stata arrestata e condotta presso le camere di sicurezza della Questura. Invece, la 20enne gia’ nota per reati commessi in ambito ferroviario, e’ risultata ricercata dall’Autorita’ Giudiziaria dovendo scontare 11 mesi e 2 giorni di reclusione, oltre al pagamento della pena pecuniaria di 3200 euro per i reati di ricettazione e inottemperanza al divieto di accesso alle aeree ferroviarie commessi nel territorio di Milano. La donna e’ stata condotta presso il carcere di San Vittore.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner