Maltempo, morta 16enne in Valcamonica: travolta da albero

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

BRESCIA La procura di Brescia sta aspettando la relazione del Soccorso alpino per aprire un’inchiesta sulla morte di Chiara Rossetti, 16 anni compiuti un mese fa, che dormiva con altre amiche in una tenda nei boschi della Vallecamonica, nel Bresciano, a un campo scout.

La tenda era stata allestita su una sorta di palafitta già esistente che è stata travolta da un grosso albero che si è spezzato per il maltempo. Con la vittima erano presenti anche altre amiche che si sono salvate.

Oltre alla morte della 16enne, l’albero caduto sulla tenda del campo scout ha causato il ferimento di tre ragazze di 12, 13 e 15 anni che fortunatamente hanno riportato traumi minori. Le giovani sono state portate in codice verde all’ospedale di Sondrio. Il resto del gruppo, formato da circa 70 scout rimasti illesi, è stato evacuato nella palestra di Corteno Golgi in via Schivardi. Sul posto sono intervenuti elisoccorso, due ambulanze, i vigili del fuoco, le squadre del Soccorso Alpino e le forze dell’ordine.

Il vescovo di Como, cardinale Oscar Cantoni, ha espresso partecipazione al dolore per la morte della scout comasca di 16 anni la notte scorsa nel Bresciano. La ragazza stava dormendo in una tenda sulla quale si è abbattuto un albero sradicato dal maltempo. “Partecipo con grande commozione al dolore della famiglia e a quello di tutti i ragazzi ed educatori del gruppo scout Como Terzo per la tragica morte della giovane Chiara durante il campo estivo a Corteno Golgi, a causa dei gravi episodi di maltempo delle ultime ore nei nostri territori” scrive in una nota il vescovo. “Mentre affido Chiara al Signore della Vita, invoco per tutti il dono della consolazione nella fede. Questa drammatico evento diventi per tutti occasione di rinnovata fraternità e di vicinanza solidale”. Il gruppo Agesci Como 3, del quale faceva parte la 16enne, è stato fondato nel 1964 nella frazione di Prestino, a Como, ed è uno dei più attivi. Conta circa 140 iscritti all’anno, una ventina dei quali adulti educatori, II gruppo gestisce anche una casa scout a Como, nel parco della Spina Verde, intitolata a don Titino Levi, per anni parroco di Prestino e guida spirituale del gruppo

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner