Maltempo, Milano nel caos: Fontana contro Granelli

Pesanti disagi nel capoluogo dopo le piogge notturne: l'acqua del Seveso ha danneggiato gli impianti nelle gallerie di M3 tra Sondrio e Zara. Sulla M3 i tecnici sono al lavoro per riparare gli impianti. La linea è chiusa tra Centrale e Maciachini.

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“Io credo che Granelli (assessore con delega alla Protezione civile di Milano, ndr) si dovrebbe occupare di gestire un po’ meglio la città, perché io credo che non siano mai successe tante situazioni come queste che dimostrano un completo abbandono. Lui dovrebbe preoccuparsi di casa sua. Noi il nostro lavoro lo stiamo facendo, le vasche di laminazione saranno pronte, la prima verrà consegnata entro la fine di gennaio, la seconda entro marzo. Noi stiamo rispettando i tempi. Di solito, è sempre così: quando uno ha la coda di paglia, cerca di scaricare sugli altri le proprie responsabilità”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, arrivando al Laboratorio sulla ricostruzione dell’Ucraina alla Triennale di Milano.

L’esondazione del Seveso e il nubifragio che si è abbattuto nella notte a Milano, con forte pioggia e vento, stanno avendo conseguenze sul servizio di alcune linee dei trasporti pubblici in diverse zone della città. Alcune linee, spiega Atm, sono interrotte dopo la caduta di alberi. L’acqua del Seveso ha danneggiato gli impianti nelle gallerie di M3 tra Sondrio e Zara. Sulla M3 i tecnici sono al lavoro per riparare gli impianti. La linea è chiusa tra Centrale e Maciachini. A Zara non si cambia tra M3 e M5. A Centrale si possono raggiungere M2 e le linee ferroviarie. I treni sono rallentati sul resto della linea. Disagi anche per la metropolitana M1: alcune uscite nelle stazioni di Conciliazione, Cairoli, Duomo, San Babila, Gorla e Primaticcio sono chiuse, e Atm invita a usare le alternative. Le stazioni sono comunque in servizio e i treni fermano normalmente. Sulla M5 i marciapiedi allagati rendono difficile entrare e uscire dalle stazioni di Istria e Marche. Si invita a usare le stazioni vicine di Zara e Ca’ Granda. Per quanto riguarda invece le linee di superficie, il tram 1 verso Roserio devia e salta le fermate tra corso Sempione/via Procaccini e via Espinasse/via Palizzi.

Il tram 5 non fa servizio tra via Vitruvio/via Settembrini e l’Ospedale Maggiore. Il tram 7 non fa servizio tra viale Fulvio Testi/Santa Monica a piazzale Lagosta. Il tram 10 non fa servizio tra il Cimitero Monumentale e Lunigiana. Il tram 14 non fa servizio tra piazza Diocleziano e il Cimitero Maggiore. Il tram 19 non fa servizio tra piazza Sei Febbraio e piazza Castelli e il tram 33 non fa servizio tra via Farini/via Ugo Bassi e Lagosta. Deviazioni e interruzioni anche per i bus. Il 42 devia e salta le fermate tra piazza Farina e via Fulvio Testi/via Santa Marcellina. Il 51 non fa servizio tra l’Ospedale Maggiore e il capolinea di viale Zara, il 55 devia e salta fermate tra via Feltre 100 e il cimitero di Lambrate, per il bus 55/ le corse per Segrate in entrambe le direzioni fanno capolinea in via Cassanese/via Radaelli. Il bus 60 non fa servizio tra Centrale FS e il capolinea di viale Zara. Il bus 82 non fa servizio tra piazzale Maciachini e il capolinea di viale Zara. i filobus 90, 91 non fanno servizio tra via Resegone e piazza Piola, il filobus 92 non fa servizio tra via Resegone e via Pergolesi. I bus 727 e 728 non passano in viale Sarca, deviano su via Fulvio Testi, il 729 verso Comasina devia e salta le fermate tra via Monte Grappa/via Picardi e via Gorki (Cinisello) e il 925 devia e salta le fermate tra via Feltre 100 e piazza Udine.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner