― pubblicità ―

Dall'archivio:

+++Magenta: la nuova vita di Marco, tutto merito del nostro ‘cronista da marciapiede’ Graziano Masperi

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Attenzione: questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie.

Potrebbe contenere informazioni obsolete o visioni da contestualizzare rispetto alla data di pubblicazione.

 

 
MAGENTA  E’ inevitabile che, da cronisti, capiti di essere insultati da chi non gradisce un articolo oppure da chi non ha semplicemente capito nulla di quello che hai scritto e vuole pure imporre le sue opinioni.
Un minimo di umiltà tante volte non guasterebbe…specialmente dai pluridecorati premi pulitzer da facebook..) Poi parli con Marco, che ti ringrazia perchè dice che è, soprattutto, merito tuo e del tuo lavoro se la sua vita sta cambiando in meglio. Buona vita Marco!

Ha commentato così, con quella faccia un po’ così sempre sorridente e scanzonata, quell’espressione un po’ così per dirla alla Paolo Conte, il nostro Graziano Masperi.

La notizia data ieri da lui su Ticino Notizie sta nuovamente facendo il giro del web (2 milioni di contatti quella originaria, ossia la storia del 60enne che vive nel camper, data qualche settimana fa: da quel giorno è partita una lunga marcia ininterrotta di solidarietà umana), e presto sfonderà il tetto del milione (1 milione di persone… per un piccolo giornale come il nostro, si tratta di numeri che danno i brividi), ed il merito è ancora una volta di Graziano Masperi e del suo pervicace acume da cronista… di marciapiede.

Eravamo nella piccola Carpenzago, settimana scorsa, quando il nostro Graz si è messo a intervistare un ex consigliere comunale.. proprio lì, a due passi dal marciapiede.

E’ fatto così, al nostar Graz. Al cura sempar, cunt al cold e cunt al frecc; svolge un compito delicato e spesso soggetto al biasimo di chi, piaccia o no, diventa protagonista di un fatto di cronaca, branchia dell’umano vivere soggetta a leggi tutte sue.

Ma ha sempre conservato e mai rimosso, oltre alla correttezza ed al rigore nel riportare i fatti di cronaca, senza MAI eccedere nello scandalismo e nella morbosità, un’esemplare sensibilità. Che l’ha portato e lo porta a dare voce, spesso, a chi di voce non ne ha neppure un filo. Come nel caso di Marco, a cui adesso la vita è tornata a sorridere e che ha un lavoro.

E allora è stato davvero un BUON Natale. Grazie a lui. Grazie al ‘nostar’ Graziano. E allora bravo ma per davvero, Graz..

Fab. Pro.

 

 

 

 

Questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie e potrebbe risultare obsoleto.

■ Prima Pagina di Oggi