Il Proust di Settembre con il nostro Emanuele Torreggiani: E.T

Giornalista, scrittore, docente. Ma soprattutto solo ed unico Emanuele Torreggiani, è il protagonista de "Il Proust" di Settembre a cura di Franca Galeazzi.

Il Proust del mese con Bruno Bergonzi

Batterista, percussionista, arrangiatore e compositore milanese, per qualche anno, tra un tour e l’altro, ha vissuto anche a Magenta. Ha svolto una lunga attività...

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Il ‘nostro’ ET, che ci teniamo ben stretto nella squadra di TN, di cui è stato appena dato alle stampe ‘Cado in alto. Analogie da voce giunta’, Collana Bagliori AGA Editrice. Leggetelo tutto d’un fiato, non ve ne pentirete.

Il tratto principale del suo carattere?
Indisciplinato.

La qualità che preferisce in un uomo?
Il linguaggio.

E in una donna?
Il linguaggio.

Il suo principale difetto?
Misantropia.

Il suo sogno di felicità?
Andare per autogrill, bettole, osterie, guardare gli avventori cristallizzati nel silenzio.

Il suo rimpianto?
Tutta la mia vita.

Il giorno più felice della sua vita?
Non lo so.

E il più infelice?
La morte di mia moglie, Giovanna.

L’ultima volta che ha pianto?
Spesso, guardando i lunghi tramonti traversati dal vento.

La sua occupazione preferita?
Conversare fumando in libertà e bere del franciacorta.

Materia scolastica preferita?
Latino, Matematica, Letteratura.

Autori preferiti?
Nel ‘900 Thomas Mann a pari merito con Marguerite Yourcenar, T.S. Eliot, Erza Pound, Giuseppe Ungaretti.

Libro preferito?
Nel ‘900 Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald, Vita e destino di Vasilij Grossmann, Pietro il Lettone di Georges Simenon, Dissipatio H.G. di Guido Morselli…

Attore e attrice preferiti?
Marlon Brando, Romy Schneider.

Film cult?
Il cacciatore di Michael Cimino.

La canzone che canta sotto la doccia?
Ascolto sempre un brano di Ennio Morricone, “Chi mai”…

Colore preferito?
Verde cupo.

Fiore preferito?
Ortensia.

Città preferita?
Roma.

Personaggio storico più ammirato?
Gesù Cristo.

Personaggio politico più detestato?
Non detesto nessuno, mi sono indifferenti.

Il dono di natura che vorrebbe avere?
Ho già così tanto: sono ancora vivo …

Se dovesse cambiare qualcosa del suo fisico, cosa cambierebbe?
La miopia.

Stato d’animo attuale?
Che ci faccio qui?

Le colpe che le ispirano maggior indulgenza?
Indulgente con le colpe tutte, intransigente con l’omissione …

Come vorrebbe morire?
Perdonato da Dio.

Il suo motto?
Se puoi aiuta.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Altre Storie

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Altre Storie

Pubblicità

contenuti dei partner