I Pupi Antimafia al Torno di Castano Primo

In ricordo delle vittime delle stragi

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Il 23 maggio, nel giorno della tragica ricorrenza della strage di Capaci, è andato in scena, presso l’Auditorium “Angelo Paccagnini” di Castano Primo, lo spettacolo dei pupi antimafia “Storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”. Ideatore e voce recitante della singolare rappresentazione è Angelo Sicilia, studioso appassionato dell’opera dei pupi e fondatore, nel 2001, della Marionettistica Popolare Siciliana, compagnia teatrale con cui ha avviato un processo di rinnovamento di questa particolare forma d’arte, tipica dell’isola.
<>.

E’ nato così un nuovo ciclo epico in cui gli eroi della lotta contro Cosa Nostra, spogliati dell’armatura e vestiti come noi, prendono il posto dei paladini di Francia.

Destinatari dello spettacolo gli studenti dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “G. Torno” che, a conclusione di un progetto di Educazione alla legalità e contrasto alle mafie, promosso dai Professori Ornella Modolo, Antonio Cipriano e Anna Maria De Carli, hanno potuto ripercorrere la vicenda umana e professionale di Falcone e Borsellino narrata come mai era capitato loro di sentirla, con il linguaggio semplice e diretto del teatro delle marionette siciliane.

Grazie alla maestria di Angelo Sicilia, alle efficaci installazioni multimediali e ai canti dal vivo che accompagnano la rappresentazione, le ragazze e i ragazzi del “Torno” sono stati emotivamente coinvolti nella storia e il messaggio di impegno civile che si intendeva trasmettere loro è arrivato dritto al cuore di ciascuno.
Si è trattato di un evento straordinario per il nostro territorio, dove l’occasione di poter assistere a rappresentazioni di questa forma d’arte popolare è più unica che rara.

Laura Fusaro

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner