― pubblicità ―

Dall'archivio:

‘++Grandine in Lombardia, Coldiretti calcola i danni. Vetri rotti al Fiordaliso di Rozzano

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Attenzione: questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie.

Potrebbe contenere informazioni obsolete o visioni da contestualizzare rispetto alla data di pubblicazione.

 

MILANO  Stalle scoperchiate, vigneti distrutti, campi di soia e mais devastati, decine di alberi abbattuti. E’ quanto emerge da un primo monitoraggio della Coldiretti regionale sugli effetti dell’ultima ondata di maltempo che ha investito tutta la Lombardia da Pavia a Milano, da Varese alla Valtellina, fino alle province di Brescia, Bergamo e Cremona.
   Nel milanese sono stati circa un centinaio gli interventi dei vigili del fuoco dopo il forte maltempo di ieri pomeriggio. In particolare e’ stato necessario rimettere in sicurezza parti di edifici danneggiati, come tettoie e grondaie, alberi pericolanti o che impedivano la viabilita’. I danni maggiori si sono registrati nella zona sud di Milano. A Rozzano, nell’hinterland, la grandine di grosse dimensioni, fino a 4 cm di diametro, ha danneggiato numerose auto, rotto i finestrini e ha anche distrutto alcuni vetri del centro commerciale “Fiordaliso”, tanto che alcuni clienti si sono rifugiati nei parcheggi.
   Nelle campagne lombarde, informa la Coldiretti regionale, danni ingenti si registrano nella Bergamasca, : prima la grandine e poi un violento nubifragio hanno triturato le foglie delle viti compromettendo l’intero raccolto. Sfondati ettari di serre e danneggiata la verdura coltivata sotto i teli. Inoltre, vento forte e pioggia battente hanno spezzato il mais, scoperchiato i tetti delle stalle, abbattuto tensostrutture utilizzate dagli agriturismi e danneggiato diverse abitazioni rurali. Danni ingenti anche nel Pavese dove non e’ stato risparmiato il riso e nell’alto Cremasco in Valtellina e nel Varesotto.
  “Con l’ultima ondata di maltempo – chiarisce la Coldiretti – salgono a milioni di euro i danni causati in tutta Italia dal clima impazzito in una estate 2021 bollente e siccitosa in cui si contano pero’ fino ad ora gia’ 149 eventi estremi a livello nazionale secondo i dati dell’European Severe Weather Database

Questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie e potrebbe risultare obsoleto.

■ Prima Pagina di Oggi