― pubblicità ―

Dall'archivio:

Dal San Matteo di Pavia agli Usa: la plasmaterapia anti Covid funziona

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Attenzione: questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie.

Potrebbe contenere informazioni obsolete o visioni da contestualizzare rispetto alla data di pubblicazione.

 

PAVIA  Sono piu’ che soddisfacenti i primi risultati della plasmaterapia, sperimentata al San Matteo di Pavia contro il Covid-19. La cura prevede l’infusione nei malati del plasma prelevato dai pazienti guariti, ricco degli anticorpi neutralizzanti in grado di sconfiggere il virus. A Pavia e Mantova e’ stata utilizzata, con esiti confortanti, su 52 persone contagiate dal coronavirus. Negli Stati Uniti hanno preso spunto dal Policlinico pavese, adottandola gia’ in oltre 4mila ospedali e su piu’ di 5mila malati.
   “E’ una terapia che ha costi ridotti e sta fornendo risultati molto promettenti”, spiega il prof. Cesare Perotti, primario del servizio di immunoematologia e trasfusione.
   Sono gia’ piu’ di 250 i pazienti guariti che si sono recati al San Matteo per donare il plasma. A Pavia si sta pensando anche di creare una “Banca del plasma” per conservare alcune sacche donate in vista di un’eventuale nuova ondata di contagi in autunno. Al protocollo predisposto dal San Matteo hanno aderito per ora gli ospedali di Mantova, Lodi, Novara e l’Azienda ospedaliera di Padova.

Questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie e potrebbe risultare obsoleto.

■ Prima Pagina di Oggi