Corsico-Buccinasco, dieci casi di legionella

Attivati i protocolli di sicurezza

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Sono dieci, otto a Corsico e due a Buccinasco, le persone contagiate dalla legionella. Sette, riferisce l’Ats di Milano, sono state ricoverate. “Nessuno di loro e’ in pericolo di vita, sei hanno oltre 65 anni una donna sulla quarantina”. L’azienda sanitaria sta effettuando in queste ore dei campionamenti per cercare la fonte del contagio e capire se la proliferazione sia da ricercarsi nel pubblico o nell’appartamento di qualche cittadino. “Al momento non c’e’ un allarme particolare” e’ la rassicurazione dell’Ats.

Lunedi’ la societa’ che gestisce l’acquedotto fara’ dei controlli ma non deve crearsi nessuna psicosi. La legionella non si prende bevendo l’acqua ma si annida nell’acqua nebulizzata” dice all’AGI Rino Pruiti, sindaco di Buccinasco. Il batterio, che colpisce l’apparato respiratorio, e’ pericoloso soprattutto per gli anziani e per chi soffre di patologie gravi.

Nelle due cittadine sono state chiuse le fontane pubbliche.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner