Controlli antidroga a Como: 2 arresti

Due distinte operazioni della Polizia

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Nel pomeriggio di sabato 20 gennaio una pattuglia della polizia di Como, passando nei pressi del tempio voltiano ai giardini a lago, ha sorpreso un 33enne originario del Mali, in regola con le norme sul soggiorno, che aveva nascosto nei calzini e nelle tasche del giubbotto 5 involucri ben confezionati di hashish, per un peso totale di 26 grammi e mezzo. L’uomo, nel tentativo di sottrarsi al controllo, ha reagito violentemente, con calci, pugni e minacce nei confronti poliziotti, per cui è stato denunciato, oltre che per detenzione ai fini di spaccio di droga, anche per violenza e resistenza a pubblico Ufficiale. Nella serata di sabato, invece, una pattuglia dell’esercito Italiano, notando una coppia che litigava con toni decisamente accesi nei pressi di via Cadorna, zona mercato, ha allertato via radio la sala operativa della questura, che ha mandato sul posto una volante.

I poliziotti, una volta portata la calma tra i due, un pakistano di 29 anni residente a Varese ed una donna ucraina di 35 anni residente a Desio (Mb), hanno fatto un controllo, trovando nelle tasche dell’uomo quasi 8 grammi di droga, tra hashish e marijuana. Il pakistano è stato quindi portato in questura, dove è stato sanzionato per il possesso della droga e per ubriachezza. Nella notte appena trascorsa, infine, una volante della polizia in zona Camnago Volta, notando un’auto con targa svizzera e due persone al suo interno, fermi in un parcheggio isolato, ha fatto un controllo e ha identificato un 35enne svizzero di origini russe ed un 43enne bergamasco che, non sapendo dare spiegazioni sui motivi della loro presenza in quella zona, sono stati ispezionati più a fondo. Dal controllo è spuntato uno sfollagente di legno lungo 40 centimetri e, nascosti sotto il sedile di guida dell’auto, sono stati trovati due contenitori di sostanze che, dopo le opportune analisi, sono state classificate come 3.45 grammi di Mdpv (droga dell’amore) e 2.87 grammi di Mefredone (una droga sintetica). Il 35enne svizzero è stato quindi denunciato per detenzione di oggetti atti ad offendere e sanzionato per la detenzione della droga.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner