Ac Magenta, che festa in Villa Naj Oleari per la D: ma bisogna già fare i conti con le prime dolorose perdite

Capitan Pedrocchi saluta e va al Saronno. Il giovane bomber Avinci passa ai professionisti e va al Giana in serie C

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Grande serata in Villa Naj Oleari venerdì nonostante il mal tempo che poi magicamente ha concesso una pausa permettendo così di portare a compimento al meglio la tradizionale Festa del Solstizio d’estate organizzata in primis da TOTEM.

Quest’anno inframezzo importante per celebrare al meglio la serie D conquistata sul campo dal Magenta Calcio. Accanto al Sindaco Del Gobbo, grande tifoso delle Aquile, sul palco sono sfilati tutti i gialloblù a cominciare dal Presidente Gianni Cerri sino ai componenti di tutta la prima squadra che ha fatto vivere davvero una stagione da sogno.

Cerri prendendo la parola ha ‘spiazzato’ Mister Lorenzi e senza troppi giri di parole ha detto: “Beh adesso faremo di tutto per la C…”. Come dire che il progetto non si ferma. Ma soprattutto il Presidente vuole che le Aquile onorino al meglio una categoria storica per Magenta conquistata dopo ben 63 anni.

Terminata la festa tutto il team delle Aquile già da oggi sarà in pista per costruire una Magenta sempre di qualità e capace di offrire ai tifosi sempre belle prestazioni. Intanto, ci sono da registrare due partenze di quelle pesanti.

La prima quella di Capitan Jordan Pedrocchi, direzione Saronno – anche se non ci sono ancora conferme definitive sulla destinazione – la seconda quella del giovane bomber Gabriel Avinci. Lo ha preso il Giana in serie C. Per lui si aprono le porte del professionismo all’età di soli 21 anni. In bocca al lupo Gabriel!

Quanto ai gialloblù noi restiamo fiduciosi. Perchè le parole del Presidente sono un chiaro segnale, ma soprattutto valgono più di un contratto…

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner