Bimbo di sei anni ci lascia, la Polizia locale di Robecco sul Naviglio trasporta i suoi reni per dare speranza ad altri due ragazzini

Il piccolo ha lasciato questa terra a Bari. I suoi organi sono stati trasferiti a Linate dove il veicolo della Polizia locale li ha prelevati per trasferirli al Policlinico e a Genova.

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Un piccolo di sei anni che lascia questo mondo, ma che da speranza di vita ad altri due ragazzini. Dalla disperazione in quel di Bari alla gioia nella città di Genova. E, in questo giro che tocca tutta l’Italia, entra anche il servizio di trasporto organi della Polizia locale di Robecco sul Naviglio. Pioveva forte la scorsa notte quando è scattato l’allarme. Gli organi di quel piccolino di Bari sono stati trasportati con un volo Ita Airways all’aeroporto. Ecco la cronistoria dell’accaduto:

Alle ore 11:00 da Genova parte una chiamata verso una famiglia di Palermo il cui figlio appena 14enne ha una speranza di vita limitata per via dei suoi reni non funzionanti, il messaggio è chiaro: prendete il primo aereo e volate qui perché nel tardo pomeriggio atterra a Malpensa un aereo con i reni per vostro figlio! Bagagli e si vola verso Genova, intanto la rete trapianti si attiva e fa giungere a Milano i reni di un piccolo angelo di solo sei anni che ci lascia regalando una speranza di vita migliore.

Il volo decolla verso l’aerostazione milanese, e rimane un solo problema da risolvere: trasportare i reni e le biopsie dalla pista all’ospedale di Genova. Tutti i mezzi sono impegnati, ed ecco che per risolvere il problema “escono dalla recinto” i 400 cavalli di stoccarda che equipaggiano la Porsche Macan confiscata ed assegnata alla polizia locale per il trasporto organi. Pioggia battente e poca visibilità non fermano la macchina di solidarietà che le polizie locali di Genova e Robecco sul Naviglio hanno messo in campo, perché dopo poco più di un ora di strada gli agenti arrivano (in anticipo rispetto le previsioni) presso la sala operatoria pediatrica dell’ospedale San Martino, dove ad attenderli c’erano il piccolo Giuseppe (nome di fantasia) con i genitori in lacrime per la gioia…

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner