giovedì 28 Settembre 2023

Abbiategrasso, Consiglio comunale: ancora attacchi sull’ospedale, voci di dimissioni di Emy Dell’Acqua (che però non si è dimessa)

 

 

ABBIATEGRASSO  – Via, pochi minuti dopo le 20, alla seduta del Consiglio comunale di Abbiategrasso.

Nei classici 5 minuti concessi inizialmente, si è registrato un duro attacco del consigliere Graziella Cameroni del Pd sul tema dell’ospedale.

“La direzione generale dell’Asst ridimensiona il nostro comunicato? Aumentano i posti letto, ma i medici dove sono? A poco a poco si rischia di perdere i pezzi, i nostri anziani devono vagare da un ospedale all’altro. Senza parlare del sovraffollamento del Pronto Soccorso di Magenta. Siamo stanchi anche noi di mezze verità, del resto il dottor Schieppati ha condiviso scelte che a nostro avviso hanno depotenziato il Cantù. Tutti noi abbiamo detto no al Poas, ora siamo stanchi di constatare che il sindaco Nai perdura nel silenzio. Tranne il momento in cui ha assunto la presidenza della Commissione sull’Ospedale. Poi è arrivato il caldo torrido dell’estate e lo stesso Nai si è dovuto arrangiare nel sopperire alle mancanze degli altri assessori. Ormai le promesse elettorali sono soltanto un ricordo. Il confronto fa paura? Allora si riducono i momenti di discussione, in Consiglio comunale non c’è dibattito. Il sindaco Nai ha smarrito la bussola, spero tiri fuori le unghie per difendere l’ospedale e gli investimenti fatti coi soldi dei cittadini”, ha concluso la Cameroni.

Sono intervenuti anche i consiglieri Granziero, Tarantola, Lovati, Cattoni e De Angeli.

Il consigliere Emy Dell’Acqua ha invece criticato anch’essa la situazione ospedaliera, “da quasi 2 anni il Ps di Magenta, nelle ore notturne, soffre una evidente condizione di disagio. Ha dovuto accogliere persone in più senza essere stato adeguato.  E’ una situazione intollerabile”.

Nelle ore antecedenti il Consiglio comunale oggi si era sparsa la voce di possibili dimissioni del consigliere di Cambiamo Abbiategrasso, la stessa Emy Dell’Acqua: voci insistenti, eppure il consigliere è serenamente rimasto al suo posto senza annunciare (nei 5 minuti concessi ai consiglieri) alcuna volontà di abbandonare la massima assise.

Si è quindi passati alla trattazione dell’ordine del giorno.

 

📰 Prima Pagina
Pubblicità

🧭 Altre storie

🗞 Ultim'ora Italia

📍 Magentino

📍 Abbiatense

📍 Castanese

📍 Legnanese

🍀 Primo Piano: Lombardia

📍 Novarese