Turbigo e il Ramadan della discordia. “Decorambo” all’attacco di Munib e soci

Il deputato di FDI solidale col primo cittadino Fabrizio Allevi. "I mussulmani festeggiano solo per una forzatura della Magistratura"

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

“Alla fine domani mattina, i musulmani di Turbigo, festeggeranno la festa di fine Ramadan. Questo lo si deve ad una forzatura, chiara ed evidente, della Magistratura in seguito ad un ricorso presentato al Tar da parte dell’Associazione “Moschea Essa”.

Sposo a pieno il pensiero del Sindaco di Turbigo Allevi, il quale nonostante lo svolgimento della festa di domani, rimane perplesso, preoccupato e dubbioso. La situazione è stata gestita, a mio avviso, con troppa leggerezza. Questo tipo di Associazioni Islamiche devono capire che in Italia vige la religione Cattolica, che peraltro è maggioritaria, e non possono pensare di trovarsi nelle loro nazioni e continenti”.

Così il deputato di Fratelli d’Italia, ex vice Sindaco delle Giunte di Centrodestra milanese e membro della Commissione Sicurezza delle Periferie in Italia, Riccardo De Corato sulla festa di fine Ramadan che si svolgerà domattina nel Comune di Turbigo.

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Pubblicità

contenuti dei partner