― pubblicità ―

Dall'archivio:

Covid, Magenta, effetto ‘Europei’, Mumoli: “Aumento di positivi, ma tutti curati al domicilio”

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Attenzione: questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie.

Potrebbe contenere informazioni obsolete o visioni da contestualizzare rispetto alla data di pubblicazione.

MAGENTA È una situazione per nulla allarmistica quella che riguarda l’ospedale Fornaroli di Magenta. Da alcuni giorni a questa parte si stanno notando gli effetti degli assembramenti, presumibilmente riconducibili ai recenti festeggiamenti per i campionati Europei di calcio. Da una persona positiva ogni due, tre giorni, si è passati ad un positivo al covid al giorno.

“Nessuno, e teniamo a precisarlo, è in condizioni critiche – ha spiegato il dottor Nicola Mumoli, primario di Medicina Interna – tutti sono stati inviati al domicilio e seguiranno la cura tramite il medico curante. Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di persone non ancora vaccinate”. Un aspetto, quello della vaccinazione, al quale il medico tiene tantissimo.

“Solo in questo modo ne usciremo e non andremo incontro ad un autunno come quello dello scorso anno”, ha aggiunto. Nella giornata di ieri un paziente è stato inviato al Sacco di Milano on terapia intensiva e due al reparto delle malattie infettive di Legnano. Al Fornaroli di Magenta non si registrano criticità.

Questo articolo fa parte dell'archivio di Ticino Notizie e potrebbe risultare obsoleto.

■ Prima Pagina di Oggi