Agenzia Italpress

Ranieri lascia il Cagliari “Decisione dura ma giusto così”

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Pubblicità

Salva

Ultim’ora su ticinonotizie.it

CAGLIARI (ITALPRESS) – Claudio Ranieri lascia il Cagliari. Dopo la doppia impresa promozione in A-salvezza, il tecnico romano ha deciso di chiudere la sua avventura in rossoblù e ad annunciarlo è la stessa società del presidente Giulini: “Per sempre grati mister”, scrive il club. E’ possibile che si tratti del ritiro dal calcio, del resto lo stesso 73enne allenatore ha più volte detto che quella del Cagliari sarebbe stata la sua ultima panchina. A due giorni dalla salvezza, raggiunta domenica con novanta minuti d’anticipo vincendo 0-2 col Sassuolo, il tecnico ha così deciso di chiudere un anno prima rispetto alla scadenza naturale del contratto la sua seconda (altrettanto gloriosa) esperienza in rossoblù. Così come aveva fatto nel 1991, dove aveva salvato alla penultima giornata la squadra neopromossa in Serie A (che aveva preso nel 1988 addirittura in C1). Nonostante le richieste di tifosi, giocatori e del presidente Tommaso Giulini (“Ranieri può rimanere tutto il tempo che vuole”, aveva detto domenica al Mapei Stadium), l’allenatore romano ha preferito completare così il suo leggendario percorso in panchina. “Ho iniziato il mio percorso qui nel 1988 e dopo una promozione quasi inaspettata e la salvezza ho deciso che la cosa giusta è lasciare adesso, a malincuore perchè è una decisione dura – le parole di Ranieri ai canali social del Cagliari – Sapete quanto avessi paura nel tornare e rischiare di macchiare i tre anni che mi avevano riempito il cuore. Non volevo venire, in parecchi insistevano e quando mi capitò di leggere le parole di Gigi Riva decisi di tornare, anche rischiando. Adesso però è giunto il momento di lasciarci: mi auguro di essere ricordato come una persona positiva, che ha chiesto aiuto ai sardi. Senza di loro non ce l’avremmo fatta, il pubblico ha creduto nelle mie parole e siamo riusciti a tenere la barca dritta. Di questo ne sono eternamente grato: mi avete fatto vivere un anno e mezzo meraviglioso, sono orgoglioso di voi. Grazie di cuore, giovedì ci sarà l’ultima partita e vi abbraccierò calorosamente”. In realtà per Ranieri (amato in tutte le piazze nelle quali è stato, a Cagliari come a Leicester dove vinse un’incredibile Premier) è pronto un doppio bagno di folla: domani alle 17 ci sarà l’allenamento di vigilia a porte aperte, giovedì alle 20.45 l’anticipo dell’ultima giornata di Serie A – sempre all’Unipol Domus, con il tutto esaurito atteso – contro la Fiorentina, che il tecnico di Testaccio ha guidato dal 1993 al 1997 conquistando anche in viola una promozione in Serie A (1994), seguita da Coppa Italia e Supercoppa Italiana nel 1996.
– foto Ipa Agency –
(ITALPRESS).

■ Ultim'ora

contenuti dei partner

Ultim'ora nazionali

Pubblicità