Milano, follia: armato di mannaia in un bar, arrestato 45enne

Minacce alla compagna

+ Segui Ticino Notizie

Ricevi le notizie prima di tutti e rimani aggiornato su quello che offre il territorio in cui vivi.

Nel tardo pomeriggio di venerdì i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Milano hanno arrestato per atti persecutori aggravati un 45enne italiano, già noto alle forze dell’ordine. Alcuni passanti hanno chiamato il 112 segnalando che in un bar di via Padova un uomo armato di mannaia che stava minacciando di morte la compagna all’interno del locale. I militari hanno rintracciato e bloccato il 45enne trovandolo in possesso di un taglierino occultato in una tasca. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare hanno rinvenuto la mannaia da macellaio di circa 30 cm che poco prima aveva usato per minacciare la vittima. Sia la mannaia che il taglierino sono stati sequestrati.

«Ringrazio l’Arma per essere prontamente intervenuta nel tardo pomeriggio di ieri ed aver arrestato l’ennesimo malvivente. La zona di via Padova, ormai, è in mano a criminali pregiudicati e violenti, il più delle volte stranieri (vista la zona quasi totalmente multietnica, ndr) che, come leggiamo spesso, si rendono protagonisti di furti, spaccio, aggressioni, liti e violenze appunto. Il Comune, però, in via Padova si preoccupa solamente di concedere aree ai musulmani per la costruzione di una moschea (senza contare che ce ne sono già altre tre abusive, ndr) mentre di vigili nemmeno a parlarne. Da quelle parti, i “ghisa”, non si sono mai visti e regna l’anarchia più totale, sia di giorno che di notte».

Lo dichiara il Deputato di Fratelli d’Italia, membro della Commissione d’inchiesta alla Camera per la sicurezza e il degrado delle periferie italiane ed ex vice Sindaco delle Giunte di Centrodestra milanesi, Riccardo De Corato,

■ Prima Pagina

Ultim'ora

Altre Storie

Pubblicità

Ultim'ora nazionali

Altre Storie

Pubblicità

contenuti dei partner